Zuppa di pesce alla siciliana

Zuppa_di_pesce_alla_sicilianaZuppa di pesce alla siciliana
Tempo di preparazione: un'ora.
Tempo di cottura: un'ora e 20 minuti.

Ingredienti per 4 :

Un chilo circa di pesce assortito
(capone, scorfano, sanpietro, pescatrice, triglie, ecc.),
Mezzo chilo di pomodori, pelati e privati dei semi,
Due cucchiai di prezzemolo tritato,
Uno spicchio d'aglio,
Una grossa cipolla affettata finemente,
Una costola di sedano a pezzetti,
Una foglia di alloro,
Un bicchiere di vino bianco secco,
Mezzo bicchiere di olio d'oliva,
4 fette di pane casereccio raffermo,
Sale,
Pepe.

Preparazione:

Squamate, pulite accuratamente tutto il pesce, lavatelo bene, diliscatelo, tenendo da parte le lische e le teste, e tagliatelo a pezzi.

Ponete sul fuoco un tegame con due cucchiai di olio e mezza cipolla affettata; lasciate rosolare per qualche minuto, quindi unite le teste e le lische tenute da parte.

Continuate la rosolatura per dieci minuti; versate nel recipiente un litro abbondante di acqua e il sedano; salate, incoperchiate e lasciate cuocere per circa mezz'ora, quindi filtrate il brodo ottenuto, eliminando teste e lische e quanto resta delle verdure.

Spezzettate i pomodori e metteteli in una casseruola di terracotta con il prezzemolo, l'aglio, la cipolla rimasta, l'alloro; su tutto ponete i pesci tagliati a pezzi, mettendo prima quelli di polpa più dura.

Pepate, versate il vino, l'olio rimasto e coprite con il brodo filtrato. Incoperchiate e passate in forno già caldo per 40 minuti circa.

Fate tostare le fette di pane, disponetele nei piatti fondi e distribuite sul pane la zuppa.

Se vi piace il gusto dell'aglio, potrete strofinare con l'aglio le fette di pane tostate, prima di coprirle con la zuppa.


Note - Consigli - Varianti :

Zuppa di pesce. Questo nome indica tutto un gruppo di preparazioni a base di pesce, comuni soprattutto alle cucine dei Paesi della fascia settentrionale delle coste del Mediterraneo, cioè quella zona che va dalla penisola iberica alla Grecia, con qualche « riflesso» anche nel Nordafrica. Il nome « zuppa» indica però dei piatti molto diversi gli uni dagli altri.

Nel nostro Paese si definiscono così non tanto zuppe tradizionali, quanto gli intingoli di pesci diversi con fondo di cottura ristretto e saporito, che meritano il nome generico di zuppa (ma si usano molto di più le denominazioni regionali: buridda, caciucco, brodetto) solo perché nel piatto si mettono anche fette di pane tbstato o fritto.

In Francia la soupe de poisson è invece un passato di polpa di pesce della densità di una crema leggera: le composizioni con pesci interi o tranci, prima fra tutte la bouillabaisse, sono spesso considerate secondi piatti, anche se guarnite con crostoni di pane.

Photo Gallery