Zuppa di fagioli alla cubana

Zuppa di fagioliZuppa di fagioli alla cubana
Tempo di ammollo dei fagioli: 12 ore.
Tempo di preparazione: mezz'ora.
Tempo di cottura: due ore e 15 minuti.

Ingredienti per 4 :

200 grammi di fagioli borlotti secchi,
100 grammi di pancetta magra tagliata a dadini,
Due cipolle finemente tritate,
Una costola di sedano tritata,
Una carota tritata,
Un peperone giallo in julienne,
Uno spicchio d'aglio tritato,
Due pomodori pelati e privati dei semi,
Una foglia di alloro,
Un pizzico di peperoncino rosso in polvere,
Due cucchiai di farina bianca,
Due cucchiai di olio d'oliva,
40 grammi di burro,
3 cucchiai di rum,
Sale.

Per guarnire:
Alcune fettine di limone, Due uova sode a fettine.

Preparazione:

Fate ammorbidire nell'acqua per tutta la notte i fagioli secchi, scolateli e sciacquateli.
Metteteli in una casseruola coprendoli con acqua fredda, unite la pancetta e portate a ebollizione; coprite la casseruola e lasciate cuocere molto piano per un'ora, o fino a cottura.

Scaldate intanto l'olio in una padella, aggiungetevi le cipolle, il sedano, la carota, il peperone e l'aglio e fate rosolare piano per un quarto d'ora circa, mescolando.

Quando i fagioli saranno cotti, aggiungete nella stessa casseruola questo soffritto, i pomodori tagliati a pezzi, l'alloro e il sale e lasciate cuocere ancora tutto insieme per un'ora aggiungendo, se necessario, altra acqua calda poco per volta.

Passate quindi tutto al passaverdure o al frullatore e rimettete di nuovo il composto ottenuto nella casseruola.

A parte amalgamate con una spatola il burro alla farina e uniteli al passato di fagioli, mescolando fino a che la zuppa ricomincerà a bollire.

Toglietela quindi dal fuoco, aggiungete il rum e servite con fettine di uova sode e limone.


Note - Consigli - Varianti :

Fagioli. La maggior parte dei fagioli oggi coltivati appartiene al genere Phaseolus, di cui sono conosciute molte centinaia di specie, proveniente dall'America.

Il frutto è un baccello, o legume, costituito da due valve contenenti i semi, notevolmente variabili in numero, forma, colore e dimensioni a seconda delle varietà.

Si dà il nome di fagioli ai semi giunti a completa maturazione, che possono essere consumati allo stato fresco o essere conservati mediante essiccazione, perdendo così acqua che riassumeranno facilmente durante l'ammollo e la cottura.

Le più comuni cultivar sono il borlotto di Vigevano, nano o rampicante, adatto al consumo fresco e secco; la saluggia, semi-nana e molto produttiva; il bianco di Spagna, con semi bianchi, appiattiti, molto grossi; il cannellino, con semi bianchi, oblunghi, leggermente arcuati; il toscanello, con semi bianchi, piccoli, rotondeggianti.

Photo Gallery