Zuppa di fagioli alla brasiliana

Zuppa di fagioliZuppa di fagioli alla brasiliana
Tempo di ammollo dei fagioli: 12 ore.
Tempo di preparazione: 10 minuti.
Tempo di cottura: un'ora e mezzo.

Ingredienti per 4 :

200 grammi di fagioli borlotti secchi,
Un mazzetto misto di odori,
Due cipolle medie finemente affettate,
Un chiodo di garofano,
Uno spicchio d'aglio,
Tre pomodori maturi e un cucchiaio di concentrato di pomodoro,
Due cucchiai di strutto (o di burro),
Un pizzico di zucchero,
Sale,
Pepe.



Preparazione:

Mettete i fagioli nell'acqua tiepida insieme al mazzetto degli odori, metà delle cipolle, il chiodo di garofano, lo spicchio d'aglio schiacciato e lasciateli in ammollo per 12 ore.

Fateli quindi lessare nella stessa acqua per circa un'ora. Fate intanto rosolare nello strutto (o nel burro) le restanti cipolle con i pomodori, lo zucchero, il sale e il pepe.

Quando i fagioli saranno cotti scolateli, conservando il loro liquido, passateli quindi al frullatore e aggiungete la purea alle cipolle rosolate.

Unite poi tanto liquido di cottura dei fagioli, quanto basta per ottenere una minestra per quattro persone. Lasciate cuocere, a fiamma bassa, per mezz'ora.

Rigirate ogni tanto, quindi servite in tavola.


Note - Consigli - Varianti :

In stagione si utilizzano fagioli freschi, appena sgranati, che cuociono abbastanza rapidamente; nei mesi invernali si ricorre soprattuto ai fagioli secchi, fatti ammorbidire, in ammollo nell'acqua, nel corso di una notte e fatti bollire più a lungo.

L'abitudine di agevolare la cottura con una aggiunta all'acqua di bicarbonato di sodio tende a sparire, sia per la leggera alterazione del sapore, sia perché l'uso della pentola a pressione consente oggi una buona cottura, in un tempo ragionevole, senza ricorrere al vecchio espediente.

L'essenziale, quando si comperano i fagioli secchi, è di saperli scegliere sani e non vecchi (si riconoscono per la buccia raggrinzita). Il frullatore consente sia di ottenere senza fatica creme e puree di fagioli, sia di legare meglio, frullando parte dei legumi già cotti, le minestre tradizionali, fra cui il primo posto spetta alla pasta e fagioli, nelle sue diverse ricette.

A proposito di queste va ricordato come l'aggiunta di olio d'oliva crudo nel piatto sia opportuna solo per le minestre alla toscana, o altre a base di olio, mentre è da escludere in quelle venete, dove il grasso usato è quello di maiale (lardo, pancetta o prosciutto). Discutibile invece l'esclusione, proposta da qualcuno, del grana grattugiato.

Photo Gallery