PIZZOCCHERI ALL'OLIO D'OLIVA

pizzocheriPIZZOCCHERI ALL'OLIO D'OLIVA

INGREDIENTI:

per i pizzoccheri:
300 gr. di farina di fraina (grano saraceno),
150 gr. di farina bianca,
2 uova, un poco di latte, sale.

Per condire:
1 / 2 cavolo verzotto o 500 gr. di cime di rapa,
2 grosse patate,
50 gr. di formaggio tenero (bitto o latteria o fontina);
3 spicchi di aglio,
salvia,
peperoncino,
olio d'oliva;
sale q.b.

INGREDIENTI:
400 gr. di farina bianca,
3 uova, sale,
acqua, olio q.b.;

Per condire:
4 filetti di acciuga,
8 olive nere snocciolate,
1 cucchiaino di capperi sotto sale,
300 gr. di polpa di pomodoro passata,
100 gr. di tonno sott'olio,
prezzemolo o basilico,
sale, olio, pepe q.b.

PREPARAZIONE:

con le due farine mescolate, il sale e le uova preparate un impasto e bagnatelo con un poco di latte. Lavorate bene fino ad ottenere una pasta soda e lasciatela riposare per una decina di minuti tenendola avvolta in un canovaccio.
Stendete col mattarello una sfoglia non troppo sottile e ritagliatela in tagliatelle molto corte.

Mettete sul fuoco una pentola con abbondante acqua salata, quando bolle gettatevi dentro le patate tagliate a grossi cubi e lessatele per 10 minuti, aggiungete il cavolo sfogliato e tagliato a pezzi grossi. Quando il cavolo è quasi giunto a cottura unite i pizzoccheri e cuoceteli per pochi minuti, devono restare proprio al dente. Nel frattempo avrete tagliato il formaggio a dadini.

Scaldate l'olio in un tegame largo, fatevi soffriggere gli spicchi d'aglio interi e leggermente schiacciati e qualche foglia di salvia, salate un poco e aggiungete un pizzico di peperoncino rosso. Scolate pasta, patate e cavolo, versateli a strati in una zuppiera calda alternandoli con i dadini di formaggio e con l'olio caldo da cui avrete tolto aglio e salvia. Mescolate bene e servite immediatamente.


QUALCHE CONSIGLIO: la pasta dei pizzoccheri è molto friabile e non si riesce quasi mai a tirare una sfoglia grande intera, staccate perciò un pezzo di pasta alla volta e tiratelo, tagliate le tagliatelle e ripetete l'operazione con un altro pezzo di pasta.
Se usate la macchina a mano, fate passare più volte il pezzo d'impasto nei rulli, fino ad avere delle strisce compatte.

NOTA: l'uso dell'olio anziché del burro (come vuole la tipica e originale ricetta della cucina valtellinese) rende questo piatto più «mediterraneo» e salutare senza nulla togliere al sapore.
I pizzoccheri non vi riusciranno mai lunghi, sembrano dei pezzetti di spesse tagliatelle, ma questa è una delle loro caratteristiche.

VARIANTE: come già accennato prima i pizzoccheri si condiscono generalmente con il burro fuso al posto dell'olio, potete poi sostituire il cavolo con le biete.

Photo Gallery