Pizzoccheri

fotografia PizzoccheriPizzoccheri
Tempo di preparazione: 45 minuti.
Tempo di riposo dell'impasto: mezz'ora. -
Tempo di cottura: 35 minuti.

Ingredienti per 4/6 :

150 grammi di farina di grano saraceno,
75 grammi di farina bianca,
Due cucchiai di latte,
Un uovo intero,
Una patata grossa, tagliata a fette,
400 grammi di cavolo bianco (verza),
Una grossa cipolla affettata sottilmente,
4 foglie di salvia,
70 grammi di burro,
200 grammi di formaggio magro della Valtellina affettato sottilmente,
50 grammi di parmigiano grattugiato,
Uno spicchio d'aglio tagliato a fettine sottili,
Sale,
pepe

Preparazione:

Pulite, lavate la verza e tagliatela a striscette. Mettete le due farine a fontana sulla spianatoia, unite il sale, il pepe, l'uovo e il latte.

Incominciate a impastare con le mani aggiungendo, se necessario, poca acqua per volta, tenendo presente che l'impasto dovrà tuttavia essere ben sodo.

Avvolgete l'impasto in un tovagliolo e lasciatelo riposare per mezz'ora. Con il matterello stendetelo in modo da ottenere una sfoglia non troppo sottile, che taglierete a fettuccine larghe un dito e lunghe circa cinque centimetri.

Ponete sul fuoco una pentola con abbondante acqua salata e fatevi cuocere lentamente la verza e la patata per 20 minuti o più, sino a quando quest'ultima sarà cotta. Quando le verdure saranno cotte aggiungete la pasta e fatela cuocere cinque minuti soltanto, in modo che rimanga molto al dente.

Fate intanto appassire in un tegamino, con 50 grammi di burro, la cipolla, senza però lasciarla colorire. Scolate la pasta e le verdure e aggiungete la cipolla appena rosolata; rigirate bene e tenete in caldo.

Intanto fate rosolare per cinque minuti nel burro rimasto l'aglio e la salvia. Mettete nella zuppiera ben calda una parte di pizzoccheri e verdure, cospargete con una parte di burro rosolato, formaggio grattugiato e formaggio della Valtellina affettato, e continuate così a strati fino ad esaurimento degli ingredienti; terminate con il parmigiano grattugiato.

Servite molto caldo.


Note - Consigli - Varianti :

Volendo, nel preparare la pasta potrete usare tre uova anziché soltanto una, come prevede la ricetta: in questo modo i pizzoccheri terranno meglio la cottura, perché la farina di grano saraceno è povera di amidi e scuoce facilmente.


La farina di grano saraceno viene impiegata principalmente per la preparazione di piatti tipici quali i pizzoccheri, può essere anche utilizzata per la panificazione nella misura del 10/15% miscelata a farina di frumento. Essa conferisce al pane una colorazione particolarmente scura ed un sapore leggermente amarognolo.

Photo Gallery