Maccheroni alla chitarra

maccheroniMACCARONI ALLA CHITARRA

INGREDIENTI:

400 gr. di farina integrale di grano duro,
4 uova,
sale.

Per condire:
150 gr. di guanciale (senza cotenna) poco salato e ben stagionato,
50 gr. di pecorino romano grattugiato,
sale,
peperoncino rosso q.b.


PREPARAZIONE:
questa pasta si prepara con la famosa «chitarra» abruzzese, il tipico telaio di forma rettangolare o quadrata, sul quale sono tesi numerosi fili sottilissimi di acciaio.

Mescolate la farina con un pizzico di sale, formate la fontana e al centro rompetevi le uova.

Impastate e lavorate con energia per almeno un quarto d'ora e poi fate riposare l'impasto per mezz'ora.

Con il mattarello tirate delle sfoglie sottili nelle dimensioni del telaio, poggiatele una alla volta sulle corde, fatevi rotolare il mattarello con la giusta pressione (senza calcare troppo), otterrete i tipici «maccaroni» a sezione quadrata.
Allargateli sulla spianatoia e cospargeteli di farina, lasciateli asciugare.

Sono una pasta ottima, che assorbe bene salse e condimenti. Mettete sul fuoco una pentola con abbondante acqua salata. Tagliate il guanciale prima a fettine non troppo sottili e poi a listerelle; mettete queste in una padella antiaderente e fatele soffriggere a fuoco molto lento. Appena il guanciale è caldo, unite un pezzetto di peperoncino rosso. Buttate nell'acqua i ‹‹maccaroni»>, mescolate subito bene, incoperchiate e riprendete il bollore. Scolateli al dente.


NOTA:  il condimento è quello tipico all'amatriciana, cioè preparato secondo l'usanza di Amatrice, un paese in provincia di Rieti da cui prende il nome. Si sposa molto bene con gli spaghetti o maccheroni dipende dai punti di vista alla chitarra che sono tipici della cucina abruzzese: questo. si spiega col fatto che anticamente Amatrice faceva parte della provincia dell'Aquila.

QUALCHE CONSIGLIO: ricordatevi di lavorare l'impasto a lungo per dare ancora più compattezza alla pasta. Condite questa pasta sempre e solo con sughi densi e piccanti, non legano bene con sughi troppo elaborati o con i vari ragù.

VARIANTE: il sugo all'amatriciana è il pomo della discordia: chi lo vuole preparato così semplicemente come nella nostra ricetta, chi lo vuole preparato con il pomodoro, chi mette e chi non mette il peperoncino, chi lo annega nel vino bianco.

Photo Gallery