Lasagne agli spinaci

Lasagne agli spinaciLasagne agli spinaci

Ingredienti per 4 :


2 cipolle,
1 spicchio di aglio,
2 carote,
1 cucchiaio di olio extravergine + il necessario per la pirofila,
400 g di pomodori pelati,
sale,
pepe,
origano,
12 fogli di lasagne,
375 g di spinaci tritati surgelati,
40 g di parmigiano grattugiato


Per la besciamella :

30 g di burro,
2 cucchiai di farina,
40 cl di latte,
100 g di parmigiano grattugiato,
sale,
pepe


Preparazione:

Sbucciate e tritate cipolla e aglio; raschiate leggermente le carote e grattugiatele. Scaldate l'olio in una padella e saltate a fuoco medio cipolla, aglio e carote.

Con il mixer o con il passaverdure, riducete i pomodori in purea e insaporitela con sale, pepe e origano.

Preparate la besciamella facendo sciogliere il burro a fuoco lento in una casseruolina, aggiungendo la farina e mescolando energicamente, fino a ottenere un composto spumoso.

Unite il latte caldo e fate cuocere, sempre mescolando, per 5 minuti, da calcolare dal momento in cui la salsa arriva a bollore. Fuori del fuoco, incorporate il formaggio grattugiato e regolate di sale e pepe.

Lessate al dente le lasagne in acqua bollente salata. Scolatele bene e allineatele su un canovaccio, perché si asciughino.

Ungete leggermente la pirofila. Stendete sul fondo 4 fogli di lasagne, poi uno strato di spinaci (scongelati a temperatura ambiente in un colapasta perché sgocciolino molto bene), metà del composto di cipolla, aglio e carote e 20 g di parmigiano. Pepate e salate appena. Ripetete l'operazione e terminate con uno strato di lasagne, la besciamella e il parmigiano rimasto.

Ponete la pirofila in forno preriscaldato a 180 °C per circa 30 minuti. Servite ben caldo.

Le lasagne non si incollano tra loro in cottura se nell'acqua si aggiunge un cucchiaio di olio.


Note - Consigli - Varianti :

Lo spinacio (Spinacia oleracea) è una pianta erbacea della famiglia delle Chenopodiaceae (Amaranthaceae secondo la classificazione APG). Originario dell'Asia sudoccidentale, è stato introdotto in Europa attorno al 1000, sebbene sia diventato sempre più importante come alimento solo nel corso del XIX secolo.

Di questa pianta si consumano le foglie spesse e verdi. Gli spinaci sono tra gli ortaggi più noti per il loro apporto di ferro ma, di fatto, contengono anche buone quantità di vitamina C, carotenoidi, clorofilla e luteina.

La cosa migliore da fare per sfruttare al meglio le proprietà curative degli spinaci è cuocerli poco o - ancora meglio - consumarli freschi, in insalata o sotto forma di centrifugato: in questo modo si evita che il surriscaldamento della cottura ne deteriori il contenuto di vitamine e acido folico.

Photo Gallery