Reale per minestre

Reale_per_minestreReale per minestre
Tempo di lavorazione: 10 minuti circa, più il tempo necessario
per lasciare raffreddare il composto
Tempo di cottura: 1/2 ora circa

Ingredienti per 4 persone :

1 litro e 1/ 4 circa di brodo ristretto di carne -
3 uova -
poco burro -
sale.


Preparazione:

Potete cuocere la reale versandola in piccole formine a bordi lisci o in un unico recipiente più largo, rotondo o quadrato (in questo ultimo caso avrete meno scarto). Imburrate il recipiente, o i recipienti, che intendete usare.

Versate in una terrina un uovo intero, due tuorli e un pizzico di sale (non usate pepe perché si depositerebbe sul fondo e la reale si presenterebbe male); con una forchetta sbattete bene per circa due minuti quindi unite poco alla volta centocinquanta grammi di brodo freddo (a piacere potete sostituirlo con latte).

Quando gli ingredienti si sono bene amalgamati fate scendere il composto, filtrandolo, in una seconda terrina e con un cucchiaio asportate la schiuma formata in superficie; infine versate il liquido nel recipiente imburrato (il composto dovrà avere una altezza di non meno di due centimetri).

Sistemate il recipiente in un altro più largo e mettete in questo tanta acqua in ebollizione quanto basta per sorpassare di due dita circa l'altezza della reale (nel fare questa operazione state attente di non far entrare acqua anche nel composto). Sistemate i due recipienti su fuoco basso (cioè cuocete il composto a bagnomaria), incoperchiate e fate cuocere per circa mezz'ora (secondo la capacità dei recipienti usati) badando che l'acqua del bagnomaria non alzi mai il bollore pur mantenendosi sempre caldissima: se l'acqua bolle, anziché rassodarsi la crema si straccia in modo irreparabile, formando tanti piccoli grumi.

A cottura ultimata (toccatela prima con un dito, dovete sentirla leggermente rassodata) levate il recipiente dall'acqua e lasciate raffreddare la reale prima di toglierla dal recipiente (è importante). Allorché è ben fredda, stendete un tovagliolo pulitissimo e leggermente umido sul tavolo di cucina e capovolgetevi sopra il recipiente quindi, con un coltello affilatissimo, tagliate la reale a quadrucci, losanghe, dischetti ecc.

Se avete quei piccolissimi tagliapaste a forma di cuori, fiori ecc. usateli, farete molto più in fretta. Distribuite poi le forme ottenute nei piatti dei commensali, versatevi sopra il brodo bollente e servite.

Se lo desiderate, potete tagliare la reale con un certo anticipo, mettetela poi in una ciotola, versatevi sopra tanto brodo quanto basta per coprirla e conservatela così sino al momento di usarla.

Se non la tenete immersa nel brodo molto facilmente la reale si secca formando delle piccole crepe.


Note - Consigli - Varianti :


Non confondete questa preparazione con le pallottoline di pasta reale perché è tutt'altra cosa.
Questa, caso mai, è una specie di crema al caramello (senza caramello...), salata, indicata per essere servita con brodi ristretti o consommé.

Se alle uova unirete anche un passato di carni, di pesce o di verdure e una cucchiaiata di besciamella, avrete una reale che prenderà il nome del passato unito (di pollo, di carote ecc.). Non esige molto lavoro, non è molto costosa e, particolare molto importante, deve per forza di cose essere preparata in anticipo.

Photo Gallery