La spesa di Ottobre

Frutta - Abbondanti le mele, le pere, i fichi e l'uva. Compaiono i caki, le prime castagne e le melagrane. L'uva è ancora abbondante e sana e varrebbe la pena di scegliere le qualità tardive da conservarla per l'inverno sia sotto spirito sia attaccata ai tralci che si appenderanno, in un ambiente asciutto e aereato, oppure si possono appoggiare a delle stuoie: in questo caso occorrerà rigirare ogni tanto i grappoli ed eliminare eventuali  acini marci.

E questa la stagione nella quale si trova la bella frutta ed è il momento, quindi, di preparare le marmellate casalinghe che useremo, poi, per tutto l'inverno.


Verdura - Sul mercato è ancora presente buona parte dei prodotti estivi e molti di quelli invernali: ci si può quindi sbizzarrire in gustosissimi minestroni e svariati tipi di contorni.

Ci sono: cavoli, melanzane, sedani, spinaci, zucca, barbabietole rosse, funghi, tartufi, indivia, lattuga, fagioli, catalogna, zucchine, peperoni, patate. Un modo originale per presentare in tavola le verdure è quello di porgerle sotto forma di torta.

Oltre all'effetto visivo che è particolarmente piacevole e raffinato le torte di verdura, per il modo in cui sono cotte, hanno un sapore speciale, molto gradevole e insolito.


Tartufi - Si possono trovare tutto l'anno, ma la stagione di raccolta è l'autunno. Come è noto, i tartufi più celebri italiani sono quelli bianchi di Alba e quelli neri di Norcia, di Acqualagna e zone limitrofe.

Se volete gustare una bella tartufata, acquistate dei tartufi bianchi freschi, spazzolateli e affettateli, metteteli in una terrina e bagnateli con un bicchierino o due di cognac, mescolate e lasciateli riposare per un'ora; fate sciogliere un pezzetto di burro in un tegame e quando incomincerà a sfrigolare mettetevi i tartufi.

Dopo alcuni minuti unite anche il cognac in cui hanno macerato e coperchiate. Lasciate cuocere per 1 /4 d'ora circa.


Carne - La caccia è ancora aperta e la selvaggina viene a variare la qualità di carne da macello e da cortile che si consuma tutto l'anno.

Nelle campagne dove l'allevamento del maiale e la confezione dei salami si fa ancora secondo gli antichi sistemi artigianali, si potranno trovare i primi salumi freschi.

Se vi capita qualche buona occasione e avete l'ambiente adatto per lasciarli stagionare, acquistate qualche salame e qualche coppa, soprattutto se la famiglia è numerosa.

Se la spesa di questi salumi vi sembrerà un po' pesante all'inizio, constaterete poi un risparmio se la confronterete con l'acquisto al minuto dal salumiere.


Pesci -  Sogliole, storioni, triglie, cefali, ombrine, dentici, lucci, tinche, carpe, gamberetti di fiume.

È facile trovare frittura piccola sia di mare che d'acqua dolce; se dopo averla servita fritta dovesse avanzarvene, non riproponetela scaldata, mettetela piuttosto in carpione e servitela con antipasto: affettate una cipolla e fatela appassire a fuoco basso con mezzo bicchiere di olio e una foglia di alloro, bagnate con altrettanto aceto e fatelo ridurre per qualche minuto.

Versate la marinata sul pesce avanzato che avrete raccolto in una ciotola o in una terrina e mescolate.

Photo Gallery