La spesa di Luglio

Frutta - La frutta estiva è al completo, ma i prezzi, specialmente in città, rimangono sempre piuttosto alti. Spesso però nei mercati rionali si può usufruire di offerte vantaggiose e quindi abbiamo la possibilità di acquistarne un certo quantitativo.

Per non annoiare la famiglia con lo stesso tipo di frutta si può presentarla in diverse maniere: sotto forma di macedonie, frullati, gelati, crostate, semifreddi ecc.
Un frutto che si presta a mille trasformazioni e tenuto poco in coniderazione è l'albicocca che in questo mese si può acquistare ad un prezzo abbastanza buono.

Ricordiamo che la frutta deve essere al punto giusto di maturazione perché se sono fradige possono produrre fenomeni più o meno gravi di intossicazione.


Verdura - Non ci sono più limitazioni per la verdura, ce n'è per tutti i gusti: per chi adora le insalate e per chi è ghiotto di verdure cotte. Il caldo fa desiderare in modo particolare cibi freddi e veloci da preparare.

Si può risolvere il problema preparando verdure ripiene come pomodori, peperoni, melanzane, zucchine, che possono essere servite sia come antipasto, se il ripieno è fatto con un'insalata di riso, insalata russa, tonno ecc., sia come secondo piatto se il ripieno è a base di carne. Particolarmente gradite in questa stagione sono le verdure in scatola.

Gli erbaggi, in generale, hanno scarso valore nutritivo; contengono grande quantità d'acqua per cui sono preferiti durante l'estate.


Carne e Pollame - Messi al bando tutti i piatti di carne laboriosi e pesanti perché il caldo dei fornelli nuoce alla cuoca e quindi si dà la preferenza agli arrosti (che si possono consumare anche freddi), alle carni alla griglia o allo spiedo.

Oltre a riuscire maggiormente graditi, questi piatti risultano anche nutrienti poiché una cottura rapida, come quella alla griglia, mantiene inalterate le sostanze nutritive. Ancor meglio se la carne si consumerà cruda, tritata (non macinata e non frullata ché si disperdono i succhi), e condita con uno spicchio di aglio, prezzemolo tritato, olio d'oliva e succo di limone.

In questo mese troviamo: faraone, anitre, polli, piccioni, manzo, vitello, maialini da latte.


Pesci - Il prodotto tipico di acqua dolce e salata è abbondante in luglio; se tutto l'anno abbiamo mangiato pesci surgelati o conservati in altro modo, è il momento di sostituirli con quelli freschi.

D'estate, se si è fortunati, si può trovare anche il tonno fresco, dalla carne rossa squisita. Si tratta solitamente di piccoli tonni che per la loro mole piuttosto limitata non sono adatti alla lavorazione industriale per la conservazione sott'olio.

Se si acquista un tonnetto di 3-4 chili si potrà tentare la conservazione casalinga sott'olio.
La vasta serie dei pesci stagionali sono: aragoste, scampi, polpi, seppie, calamari, orate, granchi, cefali, ombrine, pesci da zuppe, tonni.


Le erbe aromatiche - Sono i profumi delle pastasciutte, delle minestre di verdura, degli arrosti di carne e di pesce, l'essenza di salsette appetitose, l'aroma delle insalate miste o delle verdure al forno.

Esse sono: il basilico, l'origano, il timo, la maggiorana, il rosmarino, la salvia ecc.
In questa stagione esse sono abbondantissime ovunque: coltivate negli orti e sui balconi, allo stato selvatico, nei campi.

Ma l'estate dura poco e certe erbe aromatiche hanno vita breve: sarebbe consigliabile conservarle per l'inverno per averle sempre fresche e a portata di mano.

L'origano, il timo, la maggiorana si possono conservare seccati, perderanno ben poco del loro profumo. Il basilico si può conservare a lungo fra strati di sale grosso o in olio d'oliva.

Photo Gallery