La spesa di Agosto

Frutta - La frutta di questo mese, dolce, profumata e vitaminica potrà diventare la materia prima della nostra alimentazione, assolvendo a due compiti contemporaneamente: quello di nutrire e dissetare.
Al mattino, al posto del caffè, un bel frappé alla frutta fungerà da disintossicante, alla fine del pasto macedonie miste e gelato predisporranno il corpo, con un'ottima riserva di liquidi, a esporsi al sole per la tintarella.

Fuori pasto ogni occasione è plausibile per addentare un frutto maturo e fresco. Se appena potete preparate in casa bibite e gelati, fatelo: basterà disporre di un frullatore e di vaschette per il ghiaccio nelle quali si potranno preparare i gelati.
La frutta di questo periodo comprende pesche, prugne, pere, uva, mele, lamponi, mirtilli, angurie, meloni.


Verdura - Chi ha la fortuna di disporre di una dispensa non deve lasciarsi sfuggire l'occasione di conservare per l'inverno le verdure dell'estate. Questo è il periodo migliore poiché il sole caldo le ha rese più saporite e sostanziose.
Esse sono: peperoni, pomodori, patate, finocchi, cavoli capuccini, fagioli, fagiolini, carote, barbabietole, spinaci, verze, indivia, lattuga, cipolle, cetrioli.

Preparate, ad esempio, qualche vasetto di salsa di pomodoro, preziosissima allorché si vuol condire velocemente una pasta asciutta o una pizza. Basterà un soffritto di olio, burro e cipolla e qualche cucchiaiata di questa salsa casalinga fatta sobbollire per cinque minuti, insaporire con sale e pepe ed ecco il condimento pronto.


Pesci - La scelta è vastissima: pesci, molluschi, crostacei di mare o d'acqua dolce sono abbondantissimi per tutto il mese. Anche il dilettante può pescare quanto basta per una gustosa zuppa di pesce o per un fritto misto. Se invece siete dei subacquei abilissimi, gli squisiti bocconcini che potete prepararvi saranno una infinità: ricordate che la cernia è delicatissima bollita, il polipo è indimenticabile alla luciana (in salsa di pomodoro come usa a Napoli), il nasello è squisito al forno con olio, aglio e timo.

Astaci, aragoste, grancevole, granchi ripari, gamberetti, scampi, canocchie sono i tesori dell'estate. Si tenga sempre presente che la carne di pesce si corrompe con estrema facilità e se è usato avariato può causare fenomeni di avvelenamento gravissimi.


Carne - I fanatici della selvaggina hanno finalmente carne per i loro denti; infatti l'ultima domenica di questo mese si dà il via alla caccia.
Si faccia attenzione alla frollatura da cui dipenderà in buona parte la bontà della carne;
a questo proposito si ricordi che gli uccelli piccoli non ne hanno bisogno.
Vengono cosí a sostituire, in parte, i soliti tipi di carne i fagiani, quaglie, beccaccini, tordi, beccafichi, pernici, lepri.
Le loro carni, oltre ad essere gustose e nutrienti, sono molto stimolanti, ed è bene usarne con giudizio, anche perché la «frollatura» non è altro che principio di decomposizione e può arrecare seri disturbi al nostro organismo.


Funghi - Agosto fa spuntare i funghi rapidamente da un giorno all'altro, sempre che il caldo e le piogge si alternino in giusta misura.
Tra i funghi più mangerecci più conosciuti troviamo: porcini, finferli, ovoli, porcinelli, verdoni, chiodini, spugnole.

Il prezzo, anche in questo mese che il prodotto è piuttosto abbondante, non è mai basso soprattutto in città, ma se avete l'occasione di farne un acquisto conveniente in montagna e farli essiccare per l'inverno non esitate.
I porcini sanissimi e freschi si possono conservare anche sott'aceto e sott'olio da servire come antipasti.

Il valore nutritivo dei funghi varia a seconda della loro qualità, ma, in generale, è ritenuto rilevante.
Con l'essicamento, essendo eliminata la maggior parte dell'acqua, il potere nutritivo aumenta.

Photo Gallery