Marmellata di arance

marmellata_di_aranceMarmellata di arance
Tempo di lavorazione: 1 ora e 1/ 2,
più 3 giorni per lasciare le arance nell'acqua

Ingredienti per 4 persone :

arance molto belle e fresche kg 2 -
zucchero kg 2 -
mele possibilmente renette gr 500.


Preparazione:

Lavate le arance poi, usando una forchetta con i rebbi molto appuntiti, sforacchiate in più punti la sola scorza; mettetele in un largo recipiente e riempitelo con acqua fredda, quindi lasciate le arance a macero per tre giorni ricordando di rinnovare l'acqua almeno due volte al giorno.

Trascorso questo tempo scolate le arance, asciugatele e, con un coltellino molto affilato, togliete la scorza (solo la parte gialla) alle tre più belle, poi tritatela finissima (attente che il tagliere non conservi odori di altri cibi).

Sbucciate tutte le altre arance e togliete alle bucce la pellicina bianca. Tagliate poi le arance a fettine, togliete i semi e l'eventuale pellicina bianca al centro del frutto. Nel fare questa operazione raccogliete il succo che inevitabilmente scende da esse (specialmente se usate un coltello poco affilato...).

Lavate le mele, pelatele, togliete i torsoli e tagliatele a fettine. A lavoro ultimato mettete le arance tagliate e il loro succo in un recipiente, unite le loro scorze (non quelle tritate) e le mele, ponete il recipiente sul fuoco e lasciate cuocere, mescolando spessissimo, per circa un'ora.

Trascorso questo tempo passate tutto al setaccio di crine, rimettete il passato nel recipiente, unite lo zucchero e le scorzette tritate (a piacere potete aggiungere anche un baccello di vaniglia), ponete il recipiente sul fuoco e lasciate cuocere la marmellata sino a che, immergendovi un mestolo forato e sollevandolo di taglio, le gocce di composto stentano a staccarsi.

Durante la cottura non dimenticatevi di mescolare e di togliere di tanto in tanto la schiuma che si forma in superficie. Nel frattempo preparate i vasi ben puliti e asciutti ricordando che, a cottura ultimata, avrete circa tre chili e mezzo di prodotto

A lavoro ultimato versatevi la marmellata. Se disponete di pectina, potete usarla in sostituzione delle mele. A piacere potete aggiungere, all'inizio della lavorazione, anche un limone.


Note - Consigli - Varianti :

Le marmellate sono conserve di frutta ottenute facendo bollire una certa quantità di frutta tagliata a pezzetti con zucchero bianco o zucchero di canna o miele. Sotto questa forma sono un prodotto ne si mantiene inalterato per diversi mesi.

Le tecniche usate per la conservazione sotto vetro sono svariate diverse sono le opinioni a proposito delle dosi di dolcificante da impiegare: si basano evidentemente sull'esperienza e sui gusti. Per questo motivo, le dosi di dolcificante indicate nelle ricette sono puramente orientative.

Photo Gallery