Strudel alla marmellata

strudel_marmellataStrudel alla marmellata

Dosi:
Un barattolo di marmellata di prugne, 600 grammi,
400 grammi di farina bianca,
12 grammi di lievito di birra,
Mezza tazza di latte tiepido,
5 cucchiai di acqua tiepida,
100 grammi di zucchero,
Tre tuorli d'uovo,
50 grammi di burro a temperatura ambiente,
Sale,
Poco burro per la placca.


Scaldate leggermente in forno, per pochi minuti, 100 grammi di farina; fate sciogliere in una ciotola il lievito di birra con cinque cucchiai di acqua tiepida e due cucchiai di latte tiepido. Unite la farina tolta dal forno, impastate bene, formate un panetto, mettetelo in una terrina, coprite con un tovagliolo asciutto e lasciate lievitare in luogo tiepido fino a quando la pasta avrà raddoppiato il suo volume. Versate intanto la marmellata di prugne in una terrina e mescolatela amalgamando bene con una forchetta.

Disponete 250 grammi di farina a fontana sulla spianatoia, mettete al centro il panetto lievitato, un pizzico di sale, due tuorli d'uovo, lo zucchero, il burro e tanto latte tiepido quanto basta per ottenere un impasto di media consistenza che lavorerete con le mani.

Stendete la pasta sulla spianatoia infarinata con il matterello, in modo da ottenere una sfoglia non troppo sottile e di forma il più possibile ovale. Mettete sul tavolo un grande tovagliolo o un canovaccio, spolverizzatelo con poca farina e trasferitevi la sfoglia. Spalmatela abbondantemente con la marmellata, lasciando libero tutto intorno un bordo spesso due centimetri circa.

Aiutandovi col tovagliolo arrotolate la pasta, formate lo strudel e premetelo alle estremità perché non esca la marmellata durante la cottura. Imburrate e infarinate leggermente la placca del forno, disponetevi il dolce e lasciatelo lievitare ancora per 15 minuti.

Sbattete il tuorlo rimasto e pennellatelo sullo strudel. Passatelo in forno già caldo (180 °C) per 40 minuti. Invece di pennellare la superficie dello strudel col tuorlo d'uovo, potrete pennellarla con due degli albumi delle uova usate per la pasta e qualche cucchiaio di latte tiepido leggermente zuccherato.


Note: Naturalmente potete variare il tipo di marmellata secondo le vostre preferenze, scegliendo però sempre tipi compatti: mele, fichi, pere, castagne.

Photo Gallery