Frittelle di mele all'inglese

Frittelle_di_mele_alla_ingleseFrittelle di mele all'inglese
Tempo di preparazione: mezz'ora.
Tempo di marinatura: due ore.
Tempo di riposo della pastella: un'ora.

Ingredienti per 4 persone :

6 grosse mele, piuttosto aspre -
Un bicchierino di cognac o di rum -
60 grammi di zucchero -
50 grammi di farina -
Due uova -
Un cucchiaio di olio o di burro fuso -
Un quarto di litro di latte -
Un pizzico di zafferano -
Tre cucchiai di acqua calda -
Un pizzico di pepe nero -
Olio per friggere.


Togliete il torsolo alle mele, con l'apposito arnese, sbucciatele e tagliatele a fette piuttosto spesse; mettetele in un piatto fondo, cospargetele con 30 grammi di zucchero e versatevi sopra il cognac o il rum.

Lasciatele marinare per due ore, voltandole ogni tanto perché assorbano il liquore. Preparate intanto la pastella con la farina, un uovo intero sbattuto, l'olio o il burro fuso, mescolate molto bene e aggiungete infine il tuorlo del secondo uovo.

Versate a poco a poco il latte, lavorando con un cucchiaio di legno sino ad ottenere una pastella abbastanza fluida e omogenea. Sciogliete lo zafferano in un bicchiere con tre cucchiai di acqua calda e aggiungetelo alla pastella, che condirete poi con pepe appena macinato e lascerete riposare per circa un'ora.

Montate a neve la chiara d'uovo rimasta e al momento di usare la pastella incorporatevela delicatamente.

Fate scaldare in un'ampia padella di ferro abbondante olio e, quando sarà ben caldo, immergete le fette di mela nella pastella e fatele friggere poche per volta; quando saranno ben dorate estraetele, passatele nella carta assorbente e servitele cosparse con Io zucchero rimasto.


Note - Consigli - Varianti :

Con l'olio, il fritto riesce di colore dorato, brillante, inoltre l'olio sopporta molto bene il forte calore senza bruciarsi. Date la preferenza all'olio di semi (meglio se di arachide o di mais): costa meno di quello di oliva e il fritto riesce più croccante anche se meno dorato, inoltre l'olio di semi emana friggendo un odore meno penetrante di quello d'oliva.

Qualsiasi grasso abbiate usato, a friggitura ultimata lasciate che perda il forte calore, poi filtratelo sempre facendolo passare da un colino molto fitto e che tenete sempre per questo uso; se rimangono nell'olio delle briciole si bruciano, fanno bruciare il grasso che, in questo caso, è da buttare. Le briciole inoltre si attaccano inevitabilmente a quanto sta friggendo con risultati che potete benissimo immaginare.

Photo Gallery