Savarin

SavarinSavarin
Tempo di preparazione: mezz'ora.
Tempo di lievitazione: un'ora.
Tempo di cottura: 40 minuti.

Ingredienti per 4 persone :

130 grammi di farina -
Mezzo bicchiere di latte -
Mezzo bicchiere di panna liquida -
15 grammi di lievito di birra, sciolto in poco latte tiepido -
25 grammi di zucchero -
25 grammi di mandorle dolci pelate -
Due uova -
50 grammi di burro sciolto -
Una bustina di zucchero a velo -
Sale -
Poco burro e farina per lo stampo.

Per lo sciroppo:
30 grammi di zucchero -
Tre cucchiai di acqua -
Due cucchiai di kirsch -
Una bustina di vaniglia.


Mettete la farina a fontana in una grande terrina, aggiungete il lievito sciolto in poco latte tiepido, le uova, il latte e la panna; amalgamate gli ingredienti e lavorate molto bene la pasta; unite il burro sciolto, ma non rosolato, e impastate nuovamente.

Coprite la terrina con un tovagliolo e ponetela in luogo tiepido, in modo che la pasta possa lievitare (attenzione alle correnti d'aria). Quando l'impasto avrà raddoppiato il suo volume aggiungete il sale, lo zucchero e, lavorandolo sempre, rendetelo omogeneo e morbido.

Imburrate uno stampo da savarin e spolverizzatelo leggermente di farina e zucchero a velo.
Spezzettate le mandorle e cercate di fare aderire i pezzetti alle pareti e al fondo dello stampo, nel quale verserete l'impasto che dovrà arrivare solo a metà.

Lasciate riposare ancora davanti alla bocca del forno acceso e aperto. Quando l'impasto avrà raddoppiato il suo volume passate lo stampo in forno già caldo (200 °C). Trascorsi 30 minuti circa aprite il forno e infilate nel dolce un ferro da calza, o uno stecchino di legno; se uscirà asciutto il savarin è pronto.

Preparate intanto lo sciroppo, mettendo in una casseruola con il fondo spesso l'acqua e lo zucchero; ponete sul fuoco bassissimo e con un cucchiaio di legno rigirate fino a quando lo zucchero sarà sciolto, quindi alzate il fuoco e continuate a mescolare fino all'ebollizione.

Immergete il cucchiaio di legno nel composto: se alzandolo rimane coperto da uno strato denso di sciroppo spegnete il fuoco e lasciatelo raffreddare, prima di unire la vaniglia e il kirsch.

Sformate il savarin sul piatto di servizio e, con una pennellessa intinta nello sciroppo, pennellate tutta la superficie del dolce ancora caldo e spolverizzate con zucchero a velo.

Photo Gallery