Chantilly all' arancia

Chantilly all'aranciaChantilly all' arancia
Tempo di preparazione: 20-30 minuti.

Ingredienti per 4 persone :

350 grammi di panna -
40 grammi di zucchero a velo -
La scorza di un'arancia grattugiata -
Qualche goccia di Cointreau o di mandarinetto (facoltativo).


Montate la panna e aggiungete, insieme allo zucchero a velo, la parte gialla della scorza d'arancia grattugiata.

Per dare alla panna un sapore più deciso e raffinato e per sottolineare il gusto all'arancia potrete aggiungere qualche goccia di Cointreau o di mandarinetto.

Questa classica chantilly all'arancia potrà essere servita, anche fredda, nelle coppe di vetro e decorata al centro di ogni coppa con un marron glacé sbriciolato.


Note - Consigli - Varianti :

I dolci. Secondo una teoria esposta da Brillat-Savarin nel suo libro La fisiologia del gusto, i sapori fondamentali che consentono di classificare le vivande sarebbero quattro: il dolce, l'amaro, il salato e l'acido.

Per molti secoli, in pratica fino alla metà del Settecento, il sapore dolce venne considerato, in cucina, sullo stesso piano degli altri tre: molti piatti si preparavano in versione dolce oppure salata, come testimoniano ancora certe ricette come quelle delle preparazioni in agrodolce.

Pasticciere era il cuoco, in grado di preparare torte e timballi sia dolci sia salati: anche di questo, una traccia resta nel pasticcio di maccheroni alla napoletana, con crosta di pasta frolla dolce. Da circa due secoli è invece invalsa l'abitudine di riunire le portate dolci (gelati compresi) alla fine del pranzo, nel dessert, escludendo, di regola, questo sapore fondamentale da tutte le preparazioni non classificate come «pasticceria».

Da ciò il ricorso alla parola « dolce» anche per indicare, in genere, tutte le preparazioni in cui prevale lo zucchero o, più raramente, il miele, siano esse preparate in casa, nei laboratori artigiani, o dall'industria dolciaria e adatte, a seconda del tipo, al dessert o alle colazioni e alle merende.

Photo Gallery