Crema calda di mele

Crema_calda_di_meleCrema calda di mele
Tempo di preparazione: 20 minuti.
Tempo di cottura: 45 minuti.

Ingredienti per 4 persone :

8 mele renette medie (circa un chilo) -
Il succo di mezzo limone -
La scorza grattugiata di mezzo limone -
Un litro e un quarto di acqua -
Due decilitri di vino bianco secco -
Un cucchiaio di fecola di patate o di maizena -
4 cucchiai di zucchero -
80 grammi di burro -
Un pezzetto di cannella -
Sale.

Lavate e sbucciate le mele, tenendo le bucce, liberatele dal torsolo e tagliatele in quattro spicchi ognuna. Ponete gli spicchi in una pentola con mezzo litro di acqua fredda, quattro cucchiai di zucchero, la scorza di limone, il succo di limone e la cannella.

Sciogliete la fecola di patate o la maizena nel vino e unite anche questa. Rimescolate e fate cuocere molto piano per 40 minuti.

A parte, in un'altra casseruola fate intanto cuocere nella restante acqua le bucce delle mele per 30 minuti, quindi filtrate il liquido. Quando gli spicchi di mele saranno cotti, passate tutto al setaccio e mettete nuovamente il passato nella pentola.

Aggiungete il burro, un pizzico di sale e diluite con il liquido di cottura delle bucce, rigirate bene, rimettete sul fuoco basso e fate scaldare la crema di mele che servirete ben calda in scodelle individuali.


Note - Consigli - Varianti :

Le creme possono essere servite da sole in vari modi: dalle losanghe di crema fritta alla veneta alle creme liquide in tazza, alle coppe di crema guarnita con biscotti, canditi o altro, fatte quasi gelare in frigorifero.

Una ricetta molto diffusa, specie nei ristoranti, è quella della crema al caramello, gelatinosa, fatta rapprendere a freddo in piccoli stampi dal fondo coperto di zucchero caramellato (crème caramel); una preparazione, fra l'altro, che consente di poter disporre, in ogni momento, di un dessert sbrigativo, conservabile per diversi giorni.

Dalla crème caramel le grandi industrie alimentari hanno preso il via per la fabbricazione di prodotti a base di gelatine sintetiche, spesso ricavate dalle alghe, con cui è semplice e facile preparare in casa, con aggiunta di latte e uova, i budini. Ricordiamo che in alcune regioni italiane si dice crema, come in Francia crème, per indicare la panna liquida.

Photo Gallery