Tacchino in salsa agrodolce

Tacchino in salsa agrodolceTacchino in salsa agrodolce
Tempo di preparazione: un'ora.
Tempo di cottura: 4 ore e mezzo.

Ingredienti per 8/10 persone :

Un tacchino di circa 5 chili, già pulito -
Mezzo chilo di cipolle -
Un bicchiere di olio d'oliva -
Un cucchiaino di estratto di carne -
Mezzo bicchiere di ottimo aceto bianco -
Un cucchiaio di zucchero -
Un pizzico di cannella -
Un pizzico di pepe di Caienna -
4 chiodi di garofano -
Uno spicchio d'aglio -
Tre cucchiai di salsa di pomodoro -
Un cucchiaino di senape dolce in polvere -
Mezzo litro di brodo di carne -
Pepe bianco appena macinato - Sale.


Preparazione:

Fiammeggiate, lavate, asciugate il tacchino, salatelo e pepatelo internamente e legatelo perché durante la cottura non perda la forma. Mettete in una capace casseruola l'olio, quando sarà caldo unite il tacchino e fatelo rosolare fino a quando avrà raggiunto un colore oro intenso.

Versate tutto il brodo nella casseruola, portate a ebollizione, abbassate il fuoco, incoperchiate e lasciate cuocere per circa due ore, sempre a fuoco lento, girando di tanto in tanto il tacchino.

Tagliate intanto a fettine sottili le cipolle, tuffatele in acqua bollente per cinque minuti, poi immergetele in acqua fredda e quando saranno raffreddate scolatele definitivamente. Pestate insieme i chiodi di garofano e l'aglio.

Circa a metà cottura togliete il tacchino dalla casseruola, mettete sul fondo le cipolle, l'aceto, la salsa di pomodoro, il pepe di Caienna, un pizzico di pepe bianco, sale, un pizzico di cannella, l'aglio pestato coi chiodi di garofano, la senape, lo zucchero, l'estratto di carne e mescolate accuratamente tutto col cucchiaio di legno.

Rimettete nel recipiente il tacchino e terminate la cottura, bagnando ogni tanto col suo fondo di cottura. Scaldate un piatto di portata piuttosto profondo e, a cottura ultimata, sistematevi il tacchino, al quale avrete tolto lo spago.

Versatevi sopra le cipolle e tutto il fondo di cottura e servitelo immediatamente in tavola ben caldo.


Note - Consigli - Varianti :

Pollo e pollame. Se con il termine «pollame» si intendono, genericamente, galline, oche, anatre, tacchini, ecc., con il termine «pollo» vengono non meno genericamente indicati il gallo e la gallina domestici. Fino agli anni Cinquanta il pollo ha rappresentato un cibo di prestigio, la cui possibilità di consumo era sinonimo di benessere.

Photo Gallery