Tacchino in casseruola

Tacchino in casseruolaTacchino in casseruola
Tempo di preparazione: 40 minuti.
Tempo di cottura: due ore e mezzo.

Ingredienti per 6/8 persone :

Un giovane tacchino di circa tre chili, già pulito -
200 grammi di salsiccia -
100 grammi di burro -
80 grammi di lardo tagliato per metà a fette molto sottili e per metà a dadolini -
Mezzo chilo di carote affettate -
400 grammi di cipolline bianche spellate -
Un cucchiaino di estratto di carne -
Sale - Pepe.

Preparazione:

Fiammeggiate, lavate e asciugate il tacchino, quindi salatelo e pepatelo internamente; avvolgetelo con le fette di lardo e legatelo con lo spago. Fate sciogliere in una capace casseruola metà burro, sistematevi il tacchino e continuate la rosolatura girandolo da tutte le parti, fino a quando sarà ben colorito.

Sciogliete intanto l'estratto di carne in un bicchiere d'acqua calda. Continuate la cottura del tacchino a fuoco moderato per circa due ore, a recipiente coperto, bagnandolo con l'estratto diluito.

Nel frattempo mettete il lardo tagliato a dadolini in una piccola casseruola, coprite con acqua fredda, ponete sul fuoco e lasciate bollire per cinque minuti; scolate, passate sotto l'acqua fredda e scolate nuovamente.

Tuffate per tre minuti le cipolle in acqua in ebollizione, scolatele, passatele sotto l'acqua fredda corrente e fatele scolare a lungo. Spellate e tagliate a pezzi la salsiccia, fatela rosolare per dieci minuti in un tegame con il burro rimasto e il lardo a dadolini, quindi unite le carote e le cipolle.

Salate, pepate e portate a termine la cottura. Eliminate lo spago e tagliate il tacchino; sistematelo su un piatto di portata riscaldato, filtrate il fondo di cottura attraverso un colino, sistemate intorno al tacchino le verdure, coprite col fondo di cottura e servite subito ben caldo.


Note - Consigli - Varianti :

Esiste in commercio una completa serie di prodotti del tacchino surgelati, cioè fesa a fette, fesa intera, ossibuchi, spezzatino, ali, bistecche, e inoltre fuselli, rotoli, sottocoscia. Sono anche offerte varie preparazioni precucinate.

La conservazione, per i tacchini non surgelati, è uguale a quella del pollame in genere, cioè in frigorifero o nel freezer, avvolti in fogli di alluminio, per quelli che non si prevede di consumare subito.

Photo Gallery