Polpette con spinaci

ricetta_Polpette_con_spinaciPolpette con spinaci
Tempo di preparazione: 20 minuti.
Tempo di cottura: 45 minuti.

Ingredienti per 4 :

Una confezione di spinaci
surgelati (circa 400 grammi),
400 grammi di carne di manzo
macinata,
Un uovo,
2 cucchiai di pane grattugiato,
2 cucchiai di farina,
2 cucchiai di acqua fredda,
Un quarto di bicchiere di olio,
Tre cucchiai di salsa di soia,
Mezzo bicchiere di acqua bollente
Sale


Preparazione:

Fate scongelare gli spinaci e tagliuzzateli. Ponete in una terrina la carne macinata, il pane grattugiato, l'uovo, la farina, il sale e l'acqua fredda; mescolate accuratamente il tutto e dividete il composto in otto polpette rotonde.

Fatele rosolare dolcemente e uniformemente in un tegame con l'olio. Togliete dal recipiente due cucchiai di fondo di cottura che serviranno per gli spinaci e versate sulle polpette i tre cucchiai di salsa di soia e l'acqua bollente.

Incoperchiate e fate cuocere le polpette a fuoco moderato per circa 30 minuti. Mettete il fondo di cottura che avevate tenuto a parte in una padella e fatevi saltare per cinque minuti gli spinaci.

Spolverizzateli con poco sale, quindi aggiungeteli alle polpette.

Lasciate cuocere tutto insieme a fuoco basso per altri tre minuti. Infine, disponete la preparazione sul piatto di portata precedentemente riscaldato e servite subito.


Note - Consigli - Varianti :

Lo spinacio (Spinacia oleracea) è una pianta erbacea della famiglia delle Chenopodiaceae (Amaranthaceae secondo la classificazione APG). Originario dell'Asia sudoccidentale, è stato introdotto in Europa attorno al 1000, sebbene sia diventato sempre più importante come alimento solo nel corso del XIX secolo.

Di questa pianta si consumano le foglie spesse e verdi. Gli spinaci sono tra gli ortaggi più noti per il loro apporto di ferro ma, di fatto, contengono anche buone quantità di vitamina C, carotenoidi, clorofilla e luteina.

La cosa migliore da fare per sfruttare al meglio le proprietà curative degli spinaci è cuocerli poco o - ancora meglio - consumarli freschi, in insalata o sotto forma di centrifugato: in questo modo si evita che il surriscaldamento della cottura ne deteriori il contenuto di vitamine e acido folico.

Gli spinaci sono le foglie dell’omonima pianta della famiglia delle Chenopodiacee: di colore verde intenso, sono carnose, consistenti e croccanti, riunite a rosa, aventi radice a fittone; hanno forma e dimensioni molto diverse a seconda della varietà.

Sono tra i vegetali più diffusi nel mondo, e sono famosi per il loro elevato contenuto di ferro, che in realtà è scarsamente assimilabile dal nostro organismo; la loro origine è incerta; alcuni dicono che siano originari della Persia e che furono portati in Occidente dagli Arabi durante le loro invasioni.

Esistono diverse qualità di spinaci: il “Gigante d’inverno” con foglie particolarmente ampie, carnose e crespe; il “Matador”, che si coltiva in primavera; il “Merlo nero” a foglia media e arricciata; il “Riccio di Castelnuovo” che ha foglie spesse e rotonde. il “Virofly” a foglie grosse di colore verde cupo;

Photo Gallery