Cappone alla canevera

Cappone_alla_caneveraCappone alla canevera
Tempo di preparazione: 20 minuti.
Tempo di cottura: due ore e mezzo.

Ingredienti per 4 persone :

Un cappone non troppo grosso (un chilo e mezzo) -
Una vescica di maiale -
Una carota tritata -
Una cipolla tritata -
Mezza costola di sedano tritata -
Uno spicchio di aglio tritato -
Prezzemolo -
Sale - Pepe.

Preparazione:

Pulite il cappone, estraetene le interiora, bruciacchiatene la peluria e lavatelo con cura. Introducete nella cavità addominale le varie verdure insieme agli odori grossolanamente tritati. Unite un pizzico di sale e di pepe.

Spolverizzate anche il dorso del cappone con una buona presa di sale, e collocatelo all'interno di una vescica di maiale ben lavata. Restringete l'imboccatura della vescica, come fosse un sacco, e legatela infilando nella parte centrale del nodo la parte inferiore di una canna d'India (detta in veneto canevera) o di un tubetto di plastica lungo 15 centimetri e del diametro di due-tre millimetri e lasciando il resto del tutto libero, verso l'alto.

Chiudete con cura l'altra apertura dell'involucro, legando ben stretto con uno spago incolore. Sistemate il cappone così preparato in una pentola colma di acqua salata con il tubetto sporgente verso l'alto e fate cuocere lentamente per due ore e mezzo.

A cottura avvenuta estraete il cappone dal brodo, aprite la vescica (conservando a parte il brodo ben ristretto che ne uscirà), trinciate a pezzi il cappone. Deponetelo su un piatto di servizio riscaldato e ricopritelo con il consommé già contenuto nella vescica.

L'introduzione nella vescica (potrete acquistarla dal macellaio su prenotazione) del pezzo di canna d'India ha lo scopo di permettere la cottura della carne, lasciando uscire il vapore acqueo dell'ebollizione e parte del grasso del cappone, che si riversa nel brodo della pentola.


Note - Consigli - Varianti :

Con questa antica ricetta, tradizionale della cucina veneta, si concentra tutto l'aroma del cappone durante la cottura. Non è una cottura facile, ci vorrà un po' di pratica, prima di evitare la rottura della vescica; comunque in questo caso si otterrà sempre un normale (e ottimo) cappone bollito.

Photo Gallery