2) Ricette zuppe e altro per Ragazzi dai 4 anni

Zuppa di fagioli:
g 250 di fagioli toscanelli secchi; mezzo cavolo nero o, in mancanza, mezza verza media; uno spicchio d'aglio,
un gambo di sedano e le foglie di un rametto di rosmarino tritati; un cucchiaio di concentrato di pomodoro;
olio extravergine d'oliva; alcune fette di pane raffermo possibilmente di tipo toscano sfregate con aglio; sale.

La sera prima, mettete a bagno i fagioli in una pentola piena d'acqua leggermente tiepida. Scolateli e lessateli in abbondante acqua senza sale per un paio d'ore.

Quando saranno quasi cotti, in una casseruola, fate insaporire il trito di sedano, rosmarino e aglio con quattro cucchiai d'olio, rimescolando qualche minuto; aggiungetevi la verza tagliata a listarelle, fatela appassire, poi versate il concentrato che avrete precedentemente sciolto in un mestolo di acqua calda della cottura dei fagioli. Lasciate cuocere un quarto d'ora circa, quindi unite metà fagioli passati al passa-verdure e gli altri fagioli interi con un litro del loro brodo.

Salate, pepate, e terminate la cottura. Disponete le fette di pane in un tegame di coccio o in una zuppiera, versate sopra la zuppa e servite con un filo d'olio e, per i grandi, con del pepe appena macinato. Con questa zuppa avanzata si può preparare la ribollita, una zuppa, cioé, che si riporta a bollore, mettendola in padella o in forno. Servite sempre con un filo d'olio crudo.



Zuppa di finocchi:
g 600 circa di finocchi affettati sottili; una scatola di ceci lessati; g 50 di pancetta, un pezzetto di cipolla e una manciata di prezzemolo tritati; un cucchiaio colmo di concentrato di pomodoro; un cucchiaio di olio extravergine d'oliva;
sale oppure 2 dadi per brodo; pecorino grattugiato; fette di pane casareccio abbrustolite.

Friggete piano piano nell'olio il trito di pancetta, cipolla e prezzemolo, aggiungete i finocchi e, appena insaporiti, versate un litro di acqua bollente e il concentrato di pomodoro; salate (oppure aggiungete i dadi) e cuocete un quarto d'ora circa. Unite i ceci scolati e, dopo un quarto d'ora ancora, servite col pane, pecorino e pepe appena macinato.



Conchigliette al sugo di pesce:
g 350 di pasta tipo conchigliette rigate; g 800 di pesce di non grande pregio: pesce prete, capone, gallinella, scortano, ecc.;
5 cucchiai di olio extravergine d'oliva; una cipollina affettata; 2 rametti di rosmarino; un cucchiaio di prezzemolo tritato; sale.

Pulite e lavate il pesce, mettetelo in poca acqua fredda con un rametto di rosmarino, bollitelo pochi minuti, scolatelo, diliscatelo e sminuzzatelo.In un tegame soffriggete nell'olio la cipolla, aggiungete il pesce, e una volta rosolato copritelo a filo con la sua acqua di cottura, unite l'altro rametto di rosmarino e salate poco.

Cuocete per una ventina di minuti a fuoco moderato quindi passate tutto al setaccio o al passaverdure. Rimettete nel tegame il passato col prezzemolo e fate condensare il sugo, regolando di sale. Nel frattempo, lessate la pasta in abbondante acqua bollente salata, scolatela al dente e conditela col sugo preparato e, se necessario, con un filo di olio extravergine d'oliva crudo.



Ditalini al verde
g 350 di pasta tipo ditalini rigati; g 200 di piselli sgranati; g 200 di fondi di carciofo;
una cipolla media; 7 cucchiai di olio extravergine d'oliva; 6 cucchiai di pecorino o grana grattugiati; sale.

In un tegame, possibilmente di coccio, imbiondite nell'olio la cipolla tritata fine, unite i piselli e i fondi di carciofo affettati. Cuocete a fuoco basso, col coperchio, aggiungendo, se necessario, poca acqua per volta, mescolando spesso e, alla fine, salate.

Nel frattempo lessate la pasta in abbondante acqua bollente salata, scolatela al dente. e versatela sulle verdure, mantecandola col formaggio; mescolatela molto bene e servitela subito in piatti caldi.

Potete usare anche piselli e fondi di carciofo surgelati.

Photo Gallery