Aromi e spezie Pag. 5/6

L'uso delle erbe, va fatto quando veramente una preparazione lo richiede. Convinte di rendere migliore una data portata, non unitele in dose eccessiva, state scarse all'inizio, sarete sempre in tempo ad aumentare la dose.



macisMacis.
una spezia poco conosciuta in Italia e molto difficile da trovare.
Il macis è costutuito dall'escrescenza essicata e macinata del seme della noce moscata. di odore aromatico è usato in cucina, grattugiato, Viene utilizzata nel vin brulè, nel punch, nella preparazione di pesci e crostacei, nei ripieni e nelle salse.
Il macis contiene un olio essenziale che viene utilizzato in profumeria e per produrre liquori.


maggioranaMaggiorana.
La maggiorana è un'erba aromatica, è originaria dell'Asia centro meridionale e dell'Europa, può crescere anche spontaneamente ed è favorita dai climi piuttosto caldi.
Qualcuno la confonde con l'origano, forse perché, botanicamente, è chiamata «Origanum majorana»: ma sono due piante diverse (anche se di poco).
In cucina si usa per marinare la cacciagione e per altre preparazioni.


mentaMenta.
La menta di solito cresce in pianura ma la si può trovare anche fino a 700 m d'altezza, a patto che sia al riparo dal vento e con media esposizione solare. Della menta si utilizzano le foglie, che vengono raccolte a giugno e le sommità fiorite, in luglio e agosto, poiché la fioritura avviene in piena estate e prosegue fino all'autunno.
Viene usata (oltre che per tisane) per preparare speciali salse, da unire alla cottura della carne di agnello o di capretto, ai piselli o per qualche minestra. Oltre, si intende, che mescolata ad insalata cruda.


noce moscataNoce moscata.
La noce moscata si può trovare in semi interi, marrone scuro o bianchi (decolorati) oppure macinata. È preferibile comprare i semi interi e grattugiarli al momento dell'uso.

È il seme a forma di noce (molto più piccolo di una comune noce), essiccato e profumatissimo di una pianta indiana. Si usa in cucina, in dosi minime, grattugiato o raschiato, per profumare dolci, piatti di carne, minestre ecc.


origanoOrigano.
Viene adoperato quasi sempre secco. È una pianticella erbacea perenne che cresce allo stato selvatico in luoghi incolti, aridi e sassosi (è possibile, si intende, coltivarlo anche in un orto).
In cucina si usano le sommità fiorite, raccolte nel momento in cui sta per ultimare la fioritura, si fanno poi seccare all'ombra e si conservano in recipienti chiusi.
Si usa per insaporire pizze, pomodori, certe insalate ed altri piatti quali pastasciutte o per la cottura di pesci.


rosmarinoRosmarino.
Viene consumato preferibilmente fresco. In cucina viene usato, oltre che per insaporire gli arrosti, per certi intingoli.
Se non desiderate che le foglioline del rosmarino si spandano durante la cottura nel recipiente (non è piacevole ritrovarsele in bocca), legate il rametto di rosmarino con un filo, oppure mettetelo nel recipiente avvolto in un pezzetto di garza.


Aromi Pag. 5

Photo Gallery