Artigianato in Toscana

Il Vetro
Vetro e cristallo vengono lavorati, da sempre, a Colle di Val d'Elsa, in provincia di Siena, e a Empoli, in provincia di Firenze.

Il Marmo e l'Alabastro
Tutta l'area a valle delle Apuane, da Carrara alla Versilia, un fiorire di laboratori per la lavorazione artistica del marmo. L'alabastro, invece, tipico di Volterra, in provincia di Pisa.

Gli Intrecciati
Introvabili nei grandi centri, i veri intrecciati tradizionali vanno cercati a Buti e a Ruota, sui monti che separano Pisa da Lucca, e nei paesini della Lunigiana e della Garfagnana, nell'entroterra della Versilia.

Il Ferro battuto
Diffusa in tutta la regione, la lavorazione del ferro battuto concentrata nel Casentino, nella valle del Serchio e nelle zone comprese tra la Lucchesia e la Garfagnana. A Scarperia, invece, si producono coltelli.

La Ceramica
Il cotto toscano proviene da I mpruneta, in provincia di Firenze, Colle di Val d'Elsa e Chiusi, nel Senese e San Giovanni alla Vena, in provincia di Pisa. Mentre la ceramica d'arte fiorente nell'area aretina e in provincia di Firenze, in particolare a Montelupo Fiorentino e a Sesto Fiorentino.

L'Oreficeria
Arezzo la capitale incontrastata dell'oreficieria toscana.

La Tessitura
Per trovare i rustici tessuti artigianali bisogna spingersi fino ad Aulla, in provincia di Massa, a Castelnuovo Garfagnana e Barga, in Lucchesia, e a Roccalbegna, in provincia di Grosseto. Nel Casentino tornata a rifiorire l'antica produzione del "panno-lana".

Il Gesso
Figurine per presepi e soggetti religiosi si creano in Lucchesia, in particolare a Coreglia Antelminelli e Bagni di Lucca.