Artigianato in Emilia Romagna

Le Ocarine
Questo tipico strumento della musica popolare emiliana e romagnola stato inventato e viene ancora prodotto a Budrio, in provincia di Bologna.

Il Ferro battuto
Grazzano Visconi, in provincia di Piacenza, il pi suggestivo centro di produzione del ferro battuto. Altri tipi di manufatti provengono da Ciano d'Enza (letti e componenti per arredo), Brisighella (copie di antichi lampadari e attrezzi per camino) e Ferrara (cancellate, ringhiere e balaustrate).

La Ceramica
Vera capitale della ceramica d'arte regionale Faenza, ma si distinguono anche Noceto e Collecchio. Imola famosa per i boccali.

La Tessitura e i Merletti
L'arte dei merletti al tombolo sopravvive a Rimini, mentre nelle zone di Gambettola e di Imola si mantiene viva la produzione di tessuti in canapa decorati con antichi stampi intagliati nel legno.

I Richiami
Nell'area del delta, in particolare nella zona di Argenta, si fanno ancora gli "stampi", richiami per uccelli un tempo prodotti per la caccia, oggi utilizzati come componenti d'arredo.

Gli Intrecciati
Gli oggetti in canna ed erba palustre di pi antica tradizione vengono ancora realizzati nella zona di Bagnacavallo. A Ciano d'Enza e Roccabianca, invece, si sviluppata una florida produzione di oggetti e mobili in vimini.

Il Mosaico
Grazie all'Istituto d'Arte per il Mosaico, Ravenna ha potuto continuare l'antica tradizione dell'artigianato del mosaico.

Le Imbarcazioni
"Mammalucchi", "batane", "velocipedi" sono imbarcazioni efficienti e facili da manovrare fatte dagli artigiani del delta che perpetuano la tradizionale lavorazione a mano nonostante la forte concorrenza delle barche moderne.