Formaggio Bitto e Valtellina Casera

Bitto formaggioBITTO
Il Bitto è prodotto con il latte munto negli alpeggi della provincia di Sondrio e di alcuni comuni confinanti dell'Alta Valle Brembana e lavorato nelle malghe della zona. La stagionatura, che deve durare almeno 70 giorni, inizia nelle casere d'alpe e viene poi completata nelle strutture di fondovalle.

La pasta di colore da bianco a giallo paglierino,è caratterizzata da una struttura compatta, con occhíatura rada a occhio di pernice.

Il sapore del Bitto è dolce, delicato e racchiude in sé i profumi dell'alpeggio; diventa piu intenso con il procedere della maturazione, che pun essere protratta anche sino a dieci anni, per diventare una prelibatezza da accompagnare con i pregiati vini rossi DOCG, Valtellina Superiore o Sforzato di Valtellina.



Formaggio Valtellina Casera

Con il termine casera si indica in Valtellina il luogo in cui venivano conservati, fin dai tempi dei romani, i formaggi per la stagíonatura. Il Valtellína Casera si ottiene dal latte vaccino prodotto negli allevamenti della provincia di Sondrio, che viene lavorato durante tutto l'arco dell'anno, nei caseifici del territorio.

La maturazione si protrae per almeno 70 giorni e le forme hanno un peso variabile tra 7 e 12 kg. La pasta, di colore dal bianco al giallo paglierino, è caratterizzata da una struttura compatta, con presenza di occhiatura fine e diffusa. Il sapore del Valtellina Casera è dolce e sa di latte ed è il formaggio ideale per pizzoccheri e sciati.

Con il procedere della maturazione il gusto diventa piu intenso e aromatico e ricorda gli aromi della frutta secca e i profumi dei foraggi affienati.



Bitto dop e Valtellina casera dop

Il Bítto viene prodotto esclusivamente durante i mesi estivi con il latte d'alpeggio delle mucche portate a pascolare in montagna. Valtellina Casera, che oggi si produce tutto l'anno, un tempo e prodotto solo in inverno, con latte parzialmente scremato; La panna infatti veniva lasciata affiorare naturalmente dalla massa di latte a riposo e usata per produrre panetti di burro.

Degustalo così Abbinamento perfetto per il Bítto, formaggio piuttosto saporito, è un miele valtellinese di acacia o di tiglio: il sapore dolce servirr ad esaltare il contrasto con il naturale retrogusto amarognolo e piccante del Bitto molto stagionato.
Per il Casera invece è consigliata una composta di fichi senapata o una mostarda di Cremona.

Ogni anno, a ottobre, prende vita a Morbegno, importante cittadina valtellinese, la Fiera del Bitto. Anche quest'anno, verrà premiata la forma di Bitto migliore fra quelle prodotte in alpeggio.

Photo Gallery