Chiavenna - Madesimo - Campodolcino - Novate Mezzola

Chiavenna - Madesimo - Campodolcino - Novate Mezzola

Posta all'imbocco delle valli che salgono ai passi dello Spluga (a 35 chilometri) e del Maloja, Chiavenna si trova incastonata tra le Alpi Lepontine e le Retiche a 333 metri di altitudine.

Il centro storico ha conservato quasi integro l'aspetto del passato: presenta caratteristiche viuzze strette su cui si affacciano palazzi nobiliari e piazzette ornate da storiche fontane, campanili e chiese.


Ogni anno in settembre vengono aperti per la tradizionale sagra, i "Crotti", cavità naturali dove si possono gustare i prodotti tipici locali. Imperdibili sono comunque il Parco delle Marmitte dei Giganti, fenomeni di erosione millenaria opera di antichi ghiacciai, le Cascate dell'Acqua Fraggia e il Palazzo Vertemate Franchi, in località Prosto di Piuro. Risalendo la Vallespluga verso Madesimo si incontra Campodolcino, località turistica che con Madesimo è l'ideale punto di arrivo per una piacevole vacanza sia estiva che invernale.


Madesimo è situata a 1550 metri nell'alta Vallespluga in una conca ricca di larici e abeti e circondata da cime maestose che invita il turista di oggi a ritemprare mente e corpo in un ambiente naturale di incredibile varietà, offrendo ogni specie di svago e sport, da quelli tradizionali a quelli emergenti.


Sul lago di Novate Mezzola, all'imbocco della Valchiavenna, si trova un ambiente unico in provincia di Sondrio, ideale per il birdwatching, dove in primavera e autunno si possono ammirare stormi di aironi, cigni e cicogne oltre ad anatre e oche, ma anche monumenti degni di nota come il romanico Tempietto di S. Fedelino.

Da Samolaco parte anche uno speciale percorso per gli appassionati di mountain bike che potranno godersi lo spettacolo dei cavalli avelignesi immersi nel verde, mentre salendo da Novate la Val Codera, forse la più selvaggia e incontaminata delle valli valtellinesi, offre panorami di grande suggestione.

Photo Gallery