Percorso 9 ) Alle Fortificazioni di Davenino

val_camonicaUn'interessante e comoda passeggiata nella storia della Grande Guerra, fra le fortificazioni difensive di fondovalle, ai floridi prati di Davenino, non lontano da Incudine.

Le trincee e le postazioni difensive di terza linea, appartenenti al cosiddetto "sbarramento del Mortirolo", sono ben conservate e seppur piuttosto nascoste, sono oggi facilmente visitabili grazie ad un recente restauro.

Segnaletica: frecce indicatrici.
Difficoltà: nessuna.
Dislivello: circa100 m.
Periodo consigliato: aprile - novembre.
Tempi: circa mezz'ora, visita esclusa.
Parcheggio: nello slargo a fianco (a destra scendendo) della statale, nei pressi del bivio segnalato per Davenino, a 937 m.


Lasciata l'auto nello slargo a fianco della curva sulla statale, poco prima del bivio segnalato per Davenino (scendendo da Vezza a Incudine - località ponte Salto del Lupo), s'imbocca a piedi la stretta strada, con le indicazioni per Davenino, che s'inerpica sulla destra. Circondati da filari di frassini e noccioli, ci s'inoltra tra prati dalle copiose fioriture primaverili, sino alle case della minuscola frazione campestre (m 1018).

val_camonicaQui, dopo la fontana, si devia a destra proseguendo poi sulla strada agricola, tra i prati e radi boschetti di latifoglie. Attraversato un torrentello, si mantiene la sinistra al successivo bivio e in breve si notano sul terreno i primi manufatti in pietra.

Seguendoli in salita, si può visitare la lunga trincea con pareti pietra - in parte ancora percorribile suo interno - che a tratti diviene una galleria con volta in cemento. Nel parte alta si notano anche interessa ti postazioni per mitragliatrici, che come tutto l'insediamento difensivo non è mai stato fortunatamente necessario utilizzare.

Il breve itinerario può completare con maggior soddisfazione visitando il vicino MUSI della Guerra Bianca di Temù, uno dei più ricchi e ben curati musei del Prima Guerra Mondiale in Italia.

Photo Gallery