Val Badia

BADIA È il capoluogo del Comune omonimo ed è formato dalle due frazioni di Pedraces, che si estende su ambedue i lati della strada provinciale e da S.Leonardo, la frazione che si stringe intorno alla maestosa chiesa parrocchiale dedicata a S. Giacomo e S. Leonardo.

Dalle due frazioni si dipartono numerose stradine e sentieri per raggiungere i poderosi masi agricoli troneggianti sui pendii soleggiati che fanno corona al paese. Alcuni di questi formano degli agglomerati detti "viles" e tra queste le più note sono Pescol ai piedi del passo Juel che porta nella valle di Longiarù e, sul versante sinistro della valle "Oies" la culla del beato Giuseppe Freinademetz.

A lui, missionario verbita in Cina e beatificato nel 1975 dal Papa Paolo VI è dedicata una chiesetta che sorge a fianco della casa natale. Il santuario di S.Croce, situato ai piedi dell'omonimo massiccio, è meta di pellegrinaggio, nonché di gite turistiche, grazie alla sua eccezionale posizione panoramica. Un piccolo stabilimento di bagni di zolfo diede vita al turismo estivo già dopo la prima guerra mondiale e, grazie alla sua vasta estensione ed il clima mite, rimase per molti decenni il centro estivo più ricercato.

Effettuato il collegamento con il carosello sciistico, Badia si mise alla pari con gli altri centri sciistici dell'Alta Badia. L'attività agricola ed artigianale assicurano il sostentamento di gran parte della popolazione.

Introduzione :
Nella realtà attuale dove il continuo e rapido evolversi delle situazioni determina crescite a volte disordinate, contestualmente alla caduta di valori tradizionali, è motivo di grande emozione ritrovare nelle valli dolomitiche le bellezze paesaggistiche e il ricchissimo patrimonio culturale che si offrono al godimento dei numerosissimi turisti che sperimentano l'ospitalità delle popolazioni ladine.

L'Alta Badia : Incanto dei paesi nel cuore delle dolomiti :
A sud delle Alpi, la fascia montuosa situata tra l'Adige e il Piave, tra la Val Pusteria e il Bellunese, è dominata dalle poderose guglie dolomitiche, protagoniste indiscusse di una ribalta naturale resa celebre in tutto il mondo da migliaia e migliaia di immagini, da fiumi di inchiostro, da testimonianze di alpinisti e escursionisti, affascinati da un ambiente incontaminato e selvaggio di incomparabile bellezza.

IL mondo Ladino tra storia e leggenda, mistero e realtà :
L'armonia paesaggistica e la suggestione ambientale dell'Alta Badia sono universalmente apprezzate grazie a un'intensa attività promozionale che richiama l'interesse del turista in cerca di un ambiente intatto e incontaminato, umano e cordiale.

La lingua Ladina :
Nei primi secoli dopo l'annessione delle regioni alpine all'Impero Romano, la popolazione indigena adottò il latino popolare parlato tra gli altri dagli impiegati, dai soldati e dai mercanti romani, trasformandolo gradualmente in ladino.

Le "VILES" della Val Badia :
Ad un visitatore distratto la Val Badia, nel suo magnifico paesaggio dolomitico, nella quantità e nella qualità delle sue attrezzature turistiche, può sembrare molto simile ad altre famose valli altoatesine.

Le VILES :  Tipologie edilizie :
Viste dall'esterno alcune "viles" danno addirittura l'impressione di una piccola fortezza quasi impenetrabile. E' solo avvicinandosi che si scoprono gli accessi dai campi, i sottopassi creati dalle rampe dei fienili, le preziose piazzette che si aprono improvvise, racchiuse da una quinta di case, animate dalle fontane, dai forni per la panificazione, dalle cataste di legna accumulate per l'inverno.

Artigianato e Arte :
Da sempre l'unica risorsa per l'uomo della montagna è stata la terra e allorché i suoi prodotti risultarono stentati di fronte alla ricchezza promessa dalla città, l'uomo di montagna scese verso la pianura, secondo un cliché adottato da vari popoli di montagna a tutte le latitudini.

La Flora :
Grazie alla sua posizione e conformazione geologica l'Alta Badia vanta una flora estremamente ricca e caratteristica. Sul fondovalle si trovano le specie più belle di fiori di prato, mentre nelle zone rocciose e nei ghiaioni crescono fiori alpini dai vivi e delicati colori.

La Fauna :
I monti e i boschi dell'Alta Badia offrono un'attrattiva tutta particolare a chi ama il mondo degli animali, la cui vita è un insostituibile elemento dello spettacolo della natura. Un fruscio d'ali, la corsa di un capriolo, le allegre arrampicate dello scoiattolo, il canto degli uccelli

Storia geologica delle Dolomiti, e della Val Badia :
La storia geologica delle Dolomiti inizia oltre 300 milioni di anni fa, nell'Era Paleozoica. Questa storia viene decifrata dai geologi attraverso lo studio delle rocce. Esse, e in modo particolare quelle sedimentarie, costituiscono l'archivio storico della Terra.

I Fossili e la fossilizzazione :
Il termine "fossile" designa ogni resto di organismo animale o vegetale, comprese le tracce della sua attività, vissuto nel "tempo geologico passato", cioè nel periodo di tempo che va dall'origine della vita sulla Terra all'inizio della cronologia storica.

Photo Gallery