Rifugio Città di Lissone

Rifugio_LissoneRifugio Città di Lissone Accesso Da Cedegolo si sale a Valle di Saviore e quindi a Malga Lincino, dove si lascia l'auto.

Per ben segnato sentiero (segnavia 15) si supera il gradone che delimita la Val Saviore e la Valle Adamé, arrivando facilmente al rifugio dopo aver attraversato il Torrente Poja.

Da vedere
La Valle Adamé è una delle valli più interessanti dal punto di vista glaciologico perché presenta videntissime le tracce dell'azione dei ghiacci.La tipica sezione ad "U" generata durante le successive glaciazioni accompagna tutto l'andamento della valle, fino in prossimità delle vedrette.

I "coster" fanno da contrafforti ai circhi glaciali che costituiscono la parte alta della vallata su entrambi i fianchi. Verso la testata della valle, alcune affilate morene testimoniano la presenza' e la posizione dei ghiacci che qui hanno iniziato a ritirarsi dalla metà del secolo XIX, dopo la piccola era glaciale.

Rifugio_LissoneDal punto di vista storico è interessante salire al Passo del Forcel Rosso (segnavia 30, 2603 m slm, 2h dal rifugio, solo per esperti) per visitare le numerose postazioni della grande guerra, tutt'ora ben conservate.


Ascensioni
Si consiglia senz'altro di dedicare una giornata alla visita della Valle Adamé che, per la sua estensione, richiede parecchio tempo anche se non particolari capacità alpinistiche.

Un'escursione molto interessante è quella che ci porta al Bivacco Ceco Baroni (2800 m slm, circa 3h 30' dal rifugio); attenzione ad alcuni tratti difficili nella parte terminale. Dal rifugio si segue il segnavia 1 in direzione del Rifugio Prudenzini fino alla Baita Adamé (circa 1h dal rifugio).

Seguendo il segnavia 30, il sentiero ci porta sulla sinistra orografica della valle. Dopo un buon tratto si inizia a risalire una delle più aguzze morene glaciali del gruppo adamellino, quindi spostandosi sulla destra si guadagna faticosamente il bivacco da dove si gode una vista stupenda su tutta la valle e sulla Vedretta dell'Adamé.

Dalla Baita Adamé, seguendo il segnavia 29, per percorso più comodo si perviene al pianoro che dà origine al Torrente Poja.

Rifugio Città di LissoneRifugio_Lissone_cartina

Photo Gallery