PARCO NAZIONALE DELL'ASINARA

asinara_cala_olivaPARCO NAZIONALE DELL'ASINARAIstituzione: 1997
REGIONE: Sardegna (prov. di Sassari)
SUPERFICIE: 5.200 ettari
ALTITUDINE: 0-408 metri
SEDE PROVVISORIA: presso Comune di Porto Torres (Sassari)
Tel: 079 500800

ACCESSO: da Stintino (48 km da Sassari)

asinaraASINARA Un carcere per amico Situata all'estremità nordoccidentale della Sardegna, l'isola dell'Asinara, dalla forma allungata e frastagliata (i Romani la chiamavano Sinuaria), deve il suo grande valore naturalistico alla presenza, fino a qualche anno fa, di un carcere di massima sicurezza, che precludendo l'accesso a chiunque ha indirettamente favorito il mantenimento e lo sviluppo della flora e della fauna locali.

Costituita da prevalenti scisti cristallini dai quali affiorano formazioni granitiche, l'Asinara è ricoperta dalla macchia mediterranea e dalla gariga nelle zone più aride, mentre un residuo bosco di lecci è ubicato nell'interno.

asinara_cavalliFra le specie rare vi sono il fiordaliso spinoso (Centaurea horrida) e lo statice (Limonium turritanum).

La fauna riveste particolare interesse per la presenza dell'asinello brado di piccola statura che ha dato nome all'isola, di mufloni, cavalli selvaggi e cinghiali.

Gli uccelli, oltre alle consuete specie marine, comprendono il falco pellegrino e la pernice sarda.

Asinara_asini
QUI L'ASINO È SPECIALE È almeno dal Medioevo che l'Asinara viene considerata "isola degli asini". Si tratta di animali molto piccoli (sono alti poco più di un metro), che nel tempo hanno assunto caratteri di albinismo, per cui presentano il mantello bianco e gli occhi color rosa. Sono quasi un centinaio e pascolano liberamente lungo la costa orientale, fra Santa Maria a sud e Trabuccato a nord.

Photo Gallery