Notizie dall'Italia e dall'estero, curiosità. (News flash 2012)

Archivio 2012 N. 1

Noam Shalit choc 'Se fossi un palestinese rapirei soldati israeliani'
Il padre di Gilad Shalit, il soldato franco-palestinese liberato a ottobre dopo oltre 5 anni di prigionia nelle mani di Hamas a Gaza, ha affermato che «se fosse un palestinese, rapirebbe soldati israe-liani». Riportate dal britannico Guardian, le affermazioni di Noam Shalit (nella foto con il figlio), che all'inizio dell'anno ha annunciato che nelle prossime elezioni si schiererà per il partito laburista all'opposizione, hanno provocato sconcerto in Israele. Nell'intervista, Shalit ha poi aggiunto che il sequestro di militari israeliani può essere paragonata alle stesse tecniche usate dai paramilitari della Haganah sionista (l'organizzazione paramilitare ebraica nella Palestina sotto mandato britannico) contro i britannici, aggiungendo che «anche noi sequestravamo i soldati inglesi quando combattevamo per la nostra libertà».
Nave fantasma Travolta dallo tsunami riappare in Canada
Ha percorso migliaia e migliaia di miglia, senza rotta e senza guida, in balia delle correnti del Pacifico. La nave, un peschereccio giapponese di 15 metri, I'11 marzo del 2011 era ancorato a Hachinohe quando fu inghiottito dallo tsunami generato dal devastante terremoto che causò la morte di oltre 20mila persone. Da allora era sparito nel nulla. Nei giorni scorsi è riapparso (nella foto) 10mila miglia più in là a circa 120 miglia dalle isole Queen Charlotte, arcipelago della costa nord della British Columbia, la più occidentale delle province canadesi.
Scacchi e passaporto Clandestino 11 enne campione
regolarizzato Il piccolo genio degli scacchi Fahim Alam, arrivato clandestinamente sei anni fa dal Bangladesh con il padre Nura, non sarà espulso dalla Francia, ma potrà restare per tre mesi, in attesa di regolarizzazione. Lo ha deciso la prefettura della Val de Marne, dipartimento della banlieue est di Parigi, concedendo al padre un permesso di soggiorno provvisorio. La presenza di padre e figlio sul territorio francese non erano mai stati ufficialmente riconosciuti, e i due si erano arrangiati tra alloggi sociali e ripari di fortuna, con la costante preoccupazione di essere scoperti e rinviati nel loro Paese. A salvarli, però, è stato lo straordinario talento di Fahim, che qualche settimana fa si è laureato campione francese di scacchi, acquisendo così anche il diritto di rappresentare la Francia agli europei, in programma a Praga a metà agosto.
Tre uomini in taxi Giro del mondo per la Croce Rossa
Tre uomini in taxi: tre cittadini britannici hanno completato un giro del mondo che li ha portati in quattro continenti e cinquanta nazioni battendo il record per il tragitto più lungo della storia su una auto pubblica. Paul Archer, 23, del Gloucestershire, John Ellison, 27, di Leeds e Leigh Purnell, 23, dello Staffordshire, hanno percorso 69mila chilometri su un attempato taxi di vent'anni per raccogliere fondi per la Croce Rossa. Se il tassametro fosse stato azionato per tutto il viaggio il conto finale sarebbe stato di 80 mila sterline. I tre hanno invece raccolto 20 mila sterline per la loro causa.
Regina illegittima?
Biografia: Elisabetta era figlia della cuoca La regina madre era figlia di una cuoca francese. È quanto afferma una nuova biografia sulla madre della regina Elisabetta in uscita il mese prossimo. Alcuni biografi della famiglia reale hanno definito le rivelazioni «infondate, ridicole e offensive». Lady Colin Campbell, l'autrice, sostiene che la regina madre — il cui nome per intero era Elizabeth Angela Marguerite Bowes Lyon —era figlia in realtà di Marguerite Rodiere, la cuoca della sua famiglia aristocratica, quella di Claude Bowes Lyon, conte di Strath - more, e Cecilia Cavendish-Bentinck. Sarebbe stato per questo — sostiene l'autrice —che la regina madre era soprannominata un po' malignamente Cookie (che potrebbe essere interpretato come 'piccola cuoca'), e sarebbe anche per questo che ha un secondo nome francese, Marguerite, proprio il nome della vera madre.
Bella e trans Miss Universo
apre a chi ha mutato sesso Anche i transessuali potranno partecipare a Miss Universo. La decisione è stata presa dalla direzione del concorso che ammetterà a partire dal prossimo anno anche chi ha cambiato sesso. Cade così un altro tabù, solo dopo una settimana che Miss Universo ha deciso di far partecipare la 23enne Jenna Talackova (nella foto), la miss originaria di Vancouver in Canada che quattro anni fa si era operata per diventare donna. «Da sempre sponsorizziamo l'eguaglianza per tutte le donne — ha detto Paula Shugart, presidente di Miss Universo — e abbiamo preso molto sul serio questo passo».
Allarme cuffiette
Triplicato il numero di pedoni investiti Il numero di pedoni americani coinvolti in incidenti mentre parlano al telefono o ascoltano la musica utilizzando gli auricolari è triplicato nell'ultimo triennio. A lanciare l'allarme è un nuovo studio effettuato dai ricercatori dell'università del Maryland, confermando che indossare cuffiette auricolari mentre si cammina per strada ascoltando musica mette sempre a rischio la vita. Nei tre quarti dei casi analizzati dagli esperti i pedoni prima di essere investiti erano stati avvertiti con clacson e sirene, confermando ancora una volta che camminare indossando le cuffiette è pericoloso. Tra i 116 casi analizzati un terzo delle persone vittime di incidenti aveva meno di 18 anni, due terzi erano di età inferiore ai 30.
Rinoceronti uccisi
Strage nel Kruger park Nel 2010 abbattuti 443 Una vera e propria mattanza di rinoceronti, abbattuti a colpi di kalashnikov per rubarne i corni, è stata scoperta nei giorni scorsi nel più grande parco naturale del Sudafrica, il Kruger. A cadere sotto i colpi dei bracconieri, che spesso non esitano a sparare anche ai ranger, sono stati otto rinoceronti in due diverse località del parco. Il Sudafrica ha la più grande popolazione di rinoceronti al mondo, circa 20.000, di cui 14.000 rinoceronti bianchi. L'anno scorso sono stati uccisi 443 rinoceronti (252 solo nel Kruger), circa il 30% in più rispetto al 2010 (333 animali uccisi).
Scomparso un cargo russo con 700 tonnellate d'oro
È un mistero, ma forse è solo l'ennesima tragedia del mare, il destino del cargo russo Amurskoe scomparso nel mare di Okhotsk, estremo oriente russo, con a bordo un equipaggio di otto marinai e un prezioso carico di 700 tonnellate di minerale d'oro. Del vascello, costruito 39 anni fa, si è persa ogni traccia dopo l'allarme radio attivato automaticamente vicino all'isola Feklistov, nell'arcipelago di Shantarsk. La nave cisterna Novik è stata la prima ad arrivare sul posto, ma non ha trovato nè relitti nè naufraghi. L'Amurskoe era partito dal porto di Kiran ed era diretto al porto di Okhotsk.
 
Archivio 2012 N. 1

 
Notizie tratte dai giornali cremonesi
Vietata la copia, i testi appartengono a @provincia.it o altri ove sarà indicato.

Photo Gallery