Musei in Liguria

MUSEO DELLA CROCE ROSSA ITALIANA
via P. Cavallieri 14R, Campomorone (Genova). Tel: 010 783694 - 782292.


MUSEO DELLE MARIONETTE
via Gavino 144/r, Campomorone (Genova). Tel: 010 7224314.
Campomorone ospita due musei particolari. Uno è il Museo della Croce Rossa Italiana che racconta la storia di questa organizzazione nata nel 1864 per volontà dello svizzero Henry Dunant, dopo che aveva visto l'abbandono in cui erano lasciati i feriti nella battaglia di Solferino del 1859. Sono esposte attrezzature di ospedali da campo e di treni-ospedale, ambulanze d'epoca, testi e documenti vari.

L'altro è il Museo delle Marionette che ha sede nel palazzo Balbi. Comprende marionette in legno e cartapesta, costumi sontuosi ricchi di pizzi e ricami, arredi di scena e scenografie varie, tutti pezzi raffinati realizzati con paziente lavoro artigianale.


CIVICO MUSEO DEL   PIZZO
viale G. Maggio, villa Tigullio, parco Casale, Rapallo (Genova).Tel: 0185 63305.
La lavorazione dei merletti è tradizionale in molte regioni e così anche in Liguria dove sono famosi i pizzi a tombolo. A Rapallo si può visitare il Museo del Pizzo, dove sono raccolti campioni di pizzo eseguiti a tombolo tra il XVII e il XX secolo, e altri artistici merletti e capi di abbigliamento e di arredamento. Vi è conservato un pizzo della lunghezza di otto metri che raffigura la commedia dell'arte.


MUSEO DEL VETRO E DELL'ARTE VETRARIA
piazza San Sebastiano 1, Altare (Savona). Tel : 019 584734.
Altare invece è famosa per i suoi maestri vetrai, che da secoli creano bellissimi pezzi incisi e decorati. Sono in mostra nel Museo del Vetro e dell'Arte Vetraria, dove sono conservati anche i cosiddetti "giganti di Altare": vasi, bottiglie e oggetti di enormi dimensioni.


MUSEO DELL'OROLOGIO DA TORRE G.B. BERGALLO
piazza San Sebastiano, frazione Bardino Nuovo, Tovo San Giacomo (Savona). Tel: 019 637140 (Comune).
Nel vecchio palazzo comunale di Tovo San Giacomo ha sede il Museo dell'Orologio da Torre G.B. Bergallo, dedicato alla dinastia Bergallo che per secoli si dedicò alla costruzione artigianale di meridiane e dei grandi orologi destinati a campanili e torri. Sono conservati una trentina di orologi di questo tipo, macchinari, ingranaggi e documentazione varia.


MUSEO ETNOGRAFICO DELLA VAL VARATELLA
via Polla, palazzo del Marchese, Toirano (Savona). Tel: 0182 98722 (Comune).
La vita quotidiana della val Varatella è testimoniata nel Museo Etnografico della Val Varatella a Toirano.
Si articola in nove sezione su temi diversi: la coltivazione dell'olio e la produzione dell'olio, la viticoltura e la produzione di vino, la fienagione, la mietitura del grano, i lavori del fabbro e del falegname, la vita domestica e i costumi.


MUSEO DELLA CANZONE E DELLA RIPRODUZIONE SONORA
via Roma 108, frazione Garibbe, Vallecrosia (Imperia). Tel: 10184 290285 (Ristorante Erio).
Presso il Ristorante Erio di Vallecrosia si trova il Museo della Canzone e della Riproduzione Sonora in una collocazione veramente originale: tre vagoni d'epoca in cui sono conservati gli strumenti del suono, dai carillons agli organetti di Barberia, dalle pianole ai grammofoni e ad altri apparecchi musicali. Si racconta inoltre come è nata la musica leggera in Italia.


MUSEO PARTIGIANO
frazione Costa di Carpasio, Carpasio (Imperia).Tel: 0183 650755
(Istituto Storico della Resistenza di Imperia, da cui dipende il museo).
La lotta partigiana è ricordata nel Museo Partigiano di Carpasio (Imperia), collocato in una casa dove ebbe sede un comando partigiano. Vi sono raccolti documenti storici, fotografie e oggetti vari, come elmetti, divise e anche armi.


MUSEO REGIONALE ETNOGRAFICO E DELLA STREGONERIA
corso Italia 1, Triora (Imperia). Tel: 0184 94477 (pro loco).
Il piccolo borgo di Triora (Imperia), abbarbicato su un pianoro su una ripida parete rocciosa, conserva il ricordo della vita del passato nel Museo Regionale Etnografico e della Stregoneria: la vita campestre, il latte e le sue lavorazioni, la coltura del castagno. Una sezione è dedicata ai processi alle streghe che qui si svolsero nel Cinquecento e per cui il borgo è diventato famoso.


MUSEO PERMANENTE DELLA CULTURA MATERIALE
piazza Massola 4, Levanto (La Spezia). Tel: 0187 817776.
A Levanto, presso la chiesa di Sant'Andrea, ha sede il Museo Permanente della Cultura Materiale che racconta il modo di vivere del mondo contadino del territorio su temi diversi: la coltivazione della vite e del grano, la vite e l'olio, l'allevamento degli animali, i giochi e le tradizioni popolari.

Photo Gallery