Mercatini della bakelite

Madre di tutte le plastiche Estata la prima materia sintetica a venire utilizzata nelle arti applicate, e proprio per questo motivo oggi è molto ricercata e collezionata.

La bakelite, la cui formula è stata messa a punto nel 1909 dal chimico belga Leo Baekeland (da cui il nome) è diventata materia per oggetti oggi considerati veri e propri reperti d'archeologia industriale.
Il loro valore economico è relativamente modesto (si possono fare buoni acquisti anche con meno di 200.000 lire, e raramente si superano i 2 milioni), ma altrettanto non si può dire del loro significato: perché sono un vero documento del nostro recente passato.

La bakelite ha rivoluzionato il design degli oggetti d'uso. Basti pensare che tutta la precedente produzione si affidava a materiali naturali come il legno o la pietra, che venivano lavorati manualmente.
Realizzati invece con macchinari a stampo o a estrusione, gli oggetti in bakelite rappresentano il concetto stesso di prodotto industriale di serie.

Molto importante, prima dell'acquisto, osservare attentamente gli oggetti, evitando di acquistare quelli troppo segnati dal passare del tempo. Sia perché privi della perfezione tipica degli oggetti realizzati in serie sia perché è impossibile restaurare la bakelite.

La produzione industriale è vastissima: bisogna attenersi quindi ai pezzi documentati dai cataloghi delle mostre a tema. Nato di recente e piuttosto specializzato, il collezionismo di bakelite non può contare (almeno per quanto riguarda i libri in italiano) su una bibliografia molto ampia.

Comunque sia, il primo e più conosciuto testo è Plastica di Sylvia Katz, edito da Rizzoli. Si possono anche consultare i libri che trattano di arti decorative e applicate del '900 oppure di storia del design, mentre particolarmente utile sarà trovare i cataloghi delle poche mostre tematiche organizzate negli scorsi anni.

Tra le altre, si possono citare It's Plastic svoltasi nel 1995 presso il Design Museum di Londra oppure la storica esposizione Bakelite, organizzata nel 1982 da Michel Roudillon presso la Galerie Loft di Parigi. In Italia, invece, la nascita del primo materiale sintetico è stata raccontata dalle mostre Anni di Plastica (Collezione Montedison, a cura di Anna Rabolini, catalogo Electa del 1982), Follia (Collezione Accenti, a cura di Michel Leo, catalogo Edelektron del 1982) e In Plastica (Collezione Paliotto, a cura di Angela Tecce e Nunzio Vitale, catalogo Electa Napoli del 1990).

Una mostra permanente

È l'unica esposizione permanente oggi esistente in Italia interamente dedicata alla bakelite: si trova a Ponte Canavese, in provincia d Torino, presso l'ex stabilimento Sandretto ed è aperta al pubblico ogni ultima domenica del mese.

L'iniziativa è nata in seguito alla mostra itinerante Pensieri di Plastica del 1986, che raccoglieva appunto un centinaio di oggetti in bakelite: tutti provenienti dalla collezione privata di Gilberto Sandretto, industriale attivo nel campo dei macchinari per la produzione di plastiche.

In occasione dell'esposizione è stato pubblicato anche un libro-catalogo logo edito con lo stesso titolo
(ed. Arnoldo Mondadori), curato nella grafica: dallo Studio Sottsass Associati e nei testi da Luca Scacchi Gracco, mercante d'arte autore tra l'altro dell'intera ricerca e classificazione di questi reperti d'archeologia industriale.

I giorni dei mercatini possono cambiare o essere sospesi, informatevi sempre presso le proloco o i comuni prima di partire.

• Piemonte
ARONA (Novara), Mercatino dell'Antiquariato, Piazza del Popolo, terza domenica del mese;

PIOSSASCO (Torino), Mercatino dell'Antiquariato italo-francese, Piazza San Francesco, secondo sabato del mese

•Liguria

CHIAVARI (Genova), Mostra del Piccolo Antiquariato, Cauggio Drito, seconda domenica del mese e sabato precedente;

SARZANA (La Spezia), Mercato Antiquario, Centro Storico, prima domenica del mese

• Lombardia
BOLLATE (Milano), Mercatino di Bollate, Piazza Carlo Marx, ogni domenica;

BRONI (Pavia), Mercato dell'Antiquariato, Centro Storico, seconda domenica del mese;

GALLARATE (Varese), Centro Storico, terza domenica del mese;

CAPRINO BERGAMASCO (Bergamo), Mercatino delle Pulci, Via Vittorio Emanuele, secondo sabato del mese;

CORSILO (Milano), Mostra-mercato del Colle zionismo, lungo il Naviglio Grande, prima do menica del mese;

DESENZANO DEL GARDA (Brescia), Mercato di Antiquariato, Piazza Malvezzi, prima domenica del mese;

NOVEGRO (Milano), Brocantage, Padiglione Esposizioni, ogni secondo fine settimana del mese e venerdì precedente;

PIADENA (Cremona), Mercato delle Pulci, Centro Storico, secondo sabato del mese;

SARONNO (Varese), Mercatino delle Pulci, Centro Storico, ultima domenica del mese;

SESTO SAN GIOVANNI (Milano), Mercato dell'Antiquariato, Piazza della Posta, seconda domenica del mese;

SOLFERINO (Mantova), Collezionismo & Curiosità, Piazza Castello, seconda domenica del mese;

TREZZO D'ADDA (Milano), Mercatino del' i\intiquariato, Centro Storico, ultimo sabato del mese

•Veneto
MESTRE (Venezia), Mercatino dell'Antiquariato, Centro Storico, terzo sabato del mese;

VITTORIO VENETO (Treviso), Mercatino dell'Antiquariato, Centro Storico, prima domenica del mese;

VALEGGIO SUL MINCIO (Verona), Mercatino delle Cose Antiche, Centro Storico, quarta domenica del mese

• Trentino
LEVIGO TERME (Trento), Mercatino del Collezionismo, Piazza Venezia, prima domenica del mese

• Emilia Romagna
FONTANELLATO (Parma), Mercato dell'Antiquariato, Piazza della Rocca di San Vitale, seconda domenica del mese;

MARANELLO (Modena), Mercato dell'Antiquariato, Piazza Libertà, prima domenica del mese;

SAN PIETRO IN CASALE (Bologna), Mostra-mercato di Antiquariato e Modernariato, Centro Storico,
primo sabato del mese

•Toscana
CASTIGLION FioRENTiNo(Arezzo), La Piazza del Collezionista, Centro Storico, seconda domenica del mese

Photo Gallery