Sculture di Marco Belotti

Marco Belotti  1Marco Belotti
Nato a Vimercate, provincia di Milano, il 14 agosto 1980, si diploma presso il Liceo artistico statale di Bergamo nel 1998 e presso l’Accademia di Belle Arti di Brera (Mi), corso di scultura del prof. Nicola Zamboni, nel 2005.

Partecipa a varie esposizioni collettive a Cavenago di Brianza (Mi), nel 2001 a San Pietro in Casale (Bo) con
T-rame d’arte e a Milano alla mostra Salon Primo presso

Marco Belotti  6il Museo della Permanente, a Casirate d’Adda (Bg) nel 2004 con Arte in strada, dove riceve una particolare segnalazione.

Nel 1998 realizza il busto del beato Pier Giorgio Frassati per l’oratorio di Cavenago di Brianza (Mi).Nel 2002 partecipa ad un simposio di scultura a Brescello (Re) classificandosi al terzo posto e nel 2003 ad un simposio di scultura su marmo a Minacciano (Lu).


Marco Belotti  5Nel 2002 il Comune di Castelvetro (Mo) gli commissiona un’opera per il parcomuseo dell’assurdo “MUSA": Lisca di pesce e' il titolo della scultura realizzata in rame. Nel 2003 studia tre mesi a Vienna presso l’Accademia di Belle Arti all’interno del progetto Erasmus realizzando una scultura ritraente il professor Heimo Zobernig.

Partecipa a tre edizioni (2003-2004-2005) della mostra Esperienze della scultura contemporanea a San Pietro all’Olmo (Mi) vincendo il primo premio nell’edizione del 2005. Espone da circa un anno a Garbagnate Milanese (Mi) presso il ristorante “La refezione".

Marco Belotti 3Marco Belotti è un lombardo che ha però forti legami con il territorio bolognese in quanto allievo dello scultore Nicola Zamboni (a cui Casa Frabboni ha dedicato una grande mostra nel giugno 2005).

La mostra è corredata dal catalogo numero “2” dei Quaderni di Casa Frabboni edito per i tipi della Minerva

Soluzioni Editoriali.

Le sculture di Marco Belotti realizzate in materiali vari, marmo bianco, legno e terracotta. L’artista presenta le proprie opere scegliendo il titolo “Mano a mano” che allude, non senza una sottile ironia, allo studio fatto sulla mano mentre gioca con le dita, accarezza, afferra, stringe, sfiora, abbraccia, regge, abbandona.


Altro tema caro allo scultore è la figura femminile, sempre elegante e immersa in un silenzio assordante. I lavori, raffinati, rivelano abilità e padronanza tecnica.

Galleria di immagini delle sculture di Marco Belotti

Per informazioni  potete chiedere al Ristorante la Refezionedove lo scultore espone i suoi lavori - Tel . 02 995 89 42

Photo Gallery