Le erbe da essiccare

Tutte le erbe aromatiche e/o medicinali, spontanee o coltivate, possono essere conservate in vari modi. Si può ottenere un'efficace conservazione di certi aromi, basilico e prezzemolo ad esempio, attraverso l'uso dell'olio, ma il metodo più semplice e diffuso è sicuramente l'essiccazione.

Vediamo dunque il modo di conservare alcune delle erbe aromatiche più conosciute.

Acetosa Prendete dei rametti della pianta, legateli assieme e appendeteli in un luogo fresco e adeguatamente areato. Quando le foglie sono diventate ben secche, staccatele e conservatele in vasi di vetro.

Basilico Cogliete il basilico, staccatene le foglie e mettetele a seccare su una carta assorbente in un luogo areato ma ombroso, smuovendolo continuamente. Quando è secco conservatelo in barattoli scuri di vetro o in sacchetti di carta oleata. Un altro metodo consiste invece nell'appendere l'intera pianta a mazzetti in un luogo areato e ombroso. Quando è secco si staccano le foglie e si conservano in un contenitore scuro.

Finocchietto Raccogliete il finocchio selvatico tagliando l'intera pianta a livello del terreno; appendetelo a mazzi in un luogo molto areato e ombroso, lasciandovelo sino a quando sia ben secco. Conservatelo infine in un sacchetto di carta scura o in un contenitore di vetro.

Maggiorana Cogliete i rami quando il tempo è secco e le infiorescenze sono ben aperte e legateli a mazzetti, appendendoli poi in un luogo arieggiato e ombroso. Conservate quindi in vasi di vetro o in sacchetti di carta scura.

Menta Appendete i mazzetti di menta in un luogo non soleggiato, lasciandoveli sino a essiccamento completo. Poi staccate le foglie e conservatele in barattoli di vetro.

Origano Raccogliete i rametti quando il tempo è caldo e secco e appendeteli in mazzetti in un luogo areato e buio. Quando è secco sminuzzatelo e riponetelo in barattolo di vetro, conservando al buio.

Prezzemolo Cogliete il prezzemolo con tutto il gambo, legatelo a mazzetti e appendetelo a essiccare in un posto buio e areato. Prima di utilizzarlo immergetelo preferibilmente in acqua tiepida per un quarto d'ora.

Rosmarino I rametti vanno fatti seccare in un luogo adeguatamente areato e riposti quindi in contenitori ermetici.

Salvia Dopo averla colta con tempo asciutto, mettetela a seccare in un luogo ben areato, conservando poi le foglie in contenitori ermetici.

Santoreggia Raccogliete i rametti, legateli a mazzetti e appendeteli in luogo fresco. Quando sono secchi, conservateli in contenitori ermetici.

Timo Raccogliete i rami quando il tempo è caldo e secco e fateli seccare in luogo areato e non soleggiato, conservandoli quindi in barattoli di vetro. Al momento dell'uso staccate le foglioline dai rami.


Le erbe da conservare sott'olio

Basilico Cogliete il basilico e lasciatelo all'ombra per un'ora circa. Se possibile, cercate di non lavarlo ma semplicemente spolverarlo per bene dall'eventuale terriccio presente. Disponete quindi le foglie intere, ben premute e coperte d'olio, in vasi che, dopo chiusura ermetica, verranno riposti in luogo buio e molto fresco.

AI momento dell'uso estraete il basilico dal contenitore e adoperatelo come fosse fresco: l'olio che alla fine rimarrà nel vaso è un ottimo olio aromatico. Fate attenzione che l'olio copra sempre completamente le foglie nel vaso, in modo da evitare l'insorgere di muffe.

Prezzemolo Le foglie del prezzemolo possono essere lavate, ma devono essere poi accuratamente scolate e asciugate. Invasatele e copritele di ottimo olio dopo averle tritate: in questo modo si conservano a lungo. La chiusura del vaso può essere fatta con un tappo di sughero ricoperto di carta oleata.

Photo Gallery