le zanzare .. Tigre!

Se le zanzare sono un ostacolo alla tua voglia di giardino, ecco qualche consiglio utile per limitare il problema.

zanza_tigreLa zanzara comune (Culex pipiens) fa la sua comparsa al calar del sole ed è considerata una presenza fastidiosa ma sopportabile.

L'arrivo della zanzara tigre (Aedes albopictus)
ha decisamente peggiorato la situazione: si tratta infatti di un insetto molesto che riposa sulla vegetazione e punge anche in pieno giorno.

A causa delle sue punture fastidiose ed irritanti, i giardini rischiano di diventare luoghi inospitali per chi vuole trascorrere qualche ora in tranquillità.

Le zanzare possono colonizzare in breve tempo il giardino, quindi, per limitare la loro presenza a livelli normali e compatibili con il desiderio di vivere il verde, è utile adottare qualche accorgimento.

1) Per Iniziare Eliminare le acque stagnanti: i sottovasi e tutti quei contenitori in cui si possono accumulare piccole quantità di acqua costituiscono l'habitat ideale per la proliferazione delle larve di zanzare. E' buona norma quindi eliminare tutti i ristagni d'acqua nei quali si possono sviluppare focolai d'infestazione.

2) Fare prevenzione Anche i tombini di accumulo delle acque sono un luogo adatto alla riproduzione delle zanzare. In questo caso, per prevenire un'eccessiva proliferazione è opportuno utilizzare un pratico insetticida in pastiglie effervescenti (Device TB-2), da applicare direttamente nei tombini di accumulo delle acque.

3) Correre ai ripari Se le zanzare sono presenti in maniera massiccia, si può ricorrere ad un insetticida spray (Solfac EW) efficace contro gli insetti adulti, avendo cura di trattare i luoghi dove generalmente le zanzare trovano rifugio durante le ore diurne (siepi, cespugli, prato, ecc).
Se le zanzare sono ospiti indesiderati nel tuo giardino non esitare a chiedere al tuo punto vendita di fiducia la soluzione Bayez Garden più, adatta.

zanzara_tigreLe zanzare sono ditteri le cui larve e pupe vivono nell'acqua.

Gli adulti hanno una lunghezza che può variare da 3 a 15 mm.
Le femmine adulte sono provviste di apparato boccale pungente-succhiatore che permette loro di perforare la pelle e succhiare il sangue.

Il volo delle zanzare è in prevalenza notturno, a partire dal tramonto fino alle prime luci del giorno: le punture si hanno normalmente al crepuscolo anche se alcune specie hanno abitudini notturne e altre, come la famigerata zanzara tigre, attaccano anche di giorno.

Le femmine di zanzara, dopo essere state fecondate ed essersi alimentate di sangue, vanno a deporre le uova in luoghi con acqua stagnante. Nasceranno delle larve con apparato boccale masticatore e con strutture adatte alla respirazione, pur restando sotto il pelo dell'acqua.

Le zanzare per moltiplicarsi hanno bisogno di acqua stagnante. Se non ci sono stagni o comunque luoghi paludosi nei dintorni si è tranquilli? No di certo.
Per svilupparsi alle zanzare basta poco e l'uomo le aiuta creando ad arte habitat perfetti par la loro riproduzione.

Proviamo ad elencarne qualcuno:
- i sottovasi dei fiori che consentono alle piante di avere una riserva d'acqua,
- i secchi, i catini e contenitori vari, anche rovesciati, in cui rimane l'acqua piovana,
- i canali a cielo aperto dove l'acqua resta stagnante,
- le grondaie che non fanno defluire completamente l'acqua dopo le piogge,
- i chiusini stradali ecc.

Molte specie di zanzare svernano in luoghi riparati come, ad esempio, le cantine e i chiusini stradali; altre, le Aedes, come uovo. Le zanzare sono attratte dall'uomo e possono arrivare a raggiungerlo anche a 5-6 km dal punto in cui sono sfarfallate.

Solo alcune hanno rilevante importanza sanitaria: Culex pipiens può trasmettere encefaliti virali, mentre alcune Anopheles, comuni nelle zone paludose, sono vettori del plasmodio della malaria.

Consigli pratici: Per quanto è possibile è consigliabile evitare, sui terrazzi o in giardino, acqua stagnante come ad esempio nei sottovasi dei fiori o in secchi.
Se è possibile piantare dei gerani sul terrazzo o sui davanzali: il loro profumo è sgradito alle zanzare che si allontanano.

Attenti alla tigre :
• A differenza delle zanzare crepuscolari, la zanzara tigre è attiva anche in pieno giorno ed è particolarmente aggressiva.

• Non vola molto in alto e punge soprattutto le gambe.

• Vive prevalentemente nell'erba alta, siepi e arbusti ed è in grado di spostarsi per centinaia di metri.

Photo Gallery