Le erbe curative, Acrimonia

agrimoniaACRIMONIA
L'agrimonia eupatoria è una pianta molto diuretica, indicata nella cura delle coliche renali.

E' efficace e vermifugo e anche come ricostituente generale, ma la sua autentica virtù è quella di essere un toccasana per i mali di gola e le affezioni della bocca. Per uso esterno, cura le ferite, le ulcere e le infiammazioni.

Infuso o decotto di fiori e foglie: mettere 1/2 manciata di foglie e fiori in 1 litro d'acqua. Se ne bevono da 3 a 5 tazze al giorno, come diuretico, vermifugo e ricostituente.

Vino: fare bollire per 5 minuti 4 manciate di agrimonia essiccata in 1 litro di vino rosso. Far riposare per 1 ora. Si usa esternamente per pulire e medicare piaghe e ferite.

Gargarismi: mettere 2 manciate di foglie essiccate in 1 litro d'acqua e far bollire finché sarà ridotto di un terzo. Aggiungere 50 gr. di miele e, possibilmente, una manciata di tiglio e una di salvia.
Usare più volte al giorno per curare stomatiti e faringiti.

Bagni alle mani e pediluvi: mettere 2 manciate di foglie e fiori essiccati in una bacinella con acqua molto calda. Si può usare al momento oppure dopo aver lasciato riposare 12 ore. E' un rimedio efficace contro le emicranie.

Photo Gallery