Funghi - Porcinello nero

fungo_leccinumLECCINUM SCABRUM (anche BOLETUS SCABER)
Porcinello nero - Commestibile - Buono

La tradizionale Gambetta, assieme al suo stretto parente il Boletus rufus (anche Leccinum aurantiacum), chiamato anche porcinello rosso, appartiene alla famiglia dei parenti meno nobili dei porcini.

La sua stagione di crescita inizia a fine estate, preferibilmente nei boschi erbosi e umidi di latifoglie dove abbondano la betulla, il carpino e il nocciolo.

Fungo tardo estivo e autunnale, presenta un gambo piuttosto sottile e slanciato e un cappello bruno, molto bombato, che tende a diventare molliccio e a gonfiarsi con l'età. Nella parte inferiore del cappello si nota come i tubuli siano molto sviluppati e tendano ad aumentare presto di volume, a discapito della carne che diviene sempre più sottile.

Il gambo, ricoperto da una pellicola scura e fibrosa, diviene presto coriaceo, ed è quindi consigliabile scartarlo. Anche se per molti raccoglitori non ha un grande interesse gastronomico, in quanto il gambo è spesso troppo coriaceo, deperisce in fretta e diviene scuro dopo cottura, questo boleto viene spesso raccolto in quanto molto gustoso, ma vanno tenuti solo gli esemplari giovani e deve essere consumato fresco perché possa conservare un gradevole sapore.

In dialetto è conosciuto come Gambèta

Photo Gallery