Funghi - Fungo dell' inchiostro

fungo_inchiostroCOPRINUS COMATUS Fungo dell' inchiostro - Commestibile - Ottimo

Tra quelle illustrate è la specie con caratteristiche più singolari.

Si tratta di un fungo che cresce su sostanze organiche in decomposizione, o su letame, per cui non è difficile trovarlo persino nei giardini, quando siano stati ben curati con concimi naturali.

Nasce dalla primavera all'autunno, anche se è più comune nella stagione più tarda.

La sua caratteristica più singolare sta nel sistema di diffusione delle spore: non si avvale, come la maggior parte degli altri funghi, dell'aiuto del vento, bensì le lascia colare a terra.

Queste infatti, a maturazione, sono convogliate a terra dalla stessa sostanza del cappello, le cui lamelle, a partire dai bordi, si liquefanno in una sostanza nerastra, come denso inchiostro, trascinandole così a terra.

Definito ottimo sotto il profilo gastronomico, nei nostri territori montani non viene quasi mai raccolto, a causa probabilmente dell'aspetto che assume a maturazione.

Da giovane il gambo è quasi interamente coperto dal cappello, oblungo, ricoperto di squame che ricordano un po' quelle della mazza di tamburo, ma che sono però candide.

In dialetto è conosciuto come Fons de l'inciòster

Photo Gallery