Funghi - Gallinaccio

fungo_gallinaccioCANTARELLUS CIBARIUS Gallinaccio - Commestibile - Ottimo

Questa specie, dopo il porcino, è quella più ricercata perché appetitosa; sicuramente buona, anzi ottima, è tipica dei boschi delle zone dove cresce anche il porcino.

Inconfondibile per i suo colore giallo intenso, in certi esemplari chiaro, con le lamelle che corrono ad inserirsi sul gambo fin quasi alla base e con il cappello ad imbuto.

La sua carne è giallognola o biancastra; soda negli esemplari giovani è più cedevole con tempo piovoso. Cresce solitamente in gruppi di diversi esemplari, e dove è presente lo si rinviene pressoché ogni anno, sia nei boschi di latifoglie che di conifere.

Lo troviamo in località fresche, ombrose, anche tra il muschio, spesso dove sono presenti l'erica e il mirtillo. In certe regioni del nord è più apprezzato dei porcini, a testimonianza che i gusti alimentari sono quasi sempre da considerare fenomeni legati alla cultura delle popolazioni, più che a principi ben determinabili.

Compare con le prime piogge estive e continua a crescere fino al tardo autunno.
È tra le specie più tipiche e ha il vantaggio, rispetto ad altre, di non essere pressoché attaccato da nessun tipo di insetto.

In dialetto è conosciuto come Perseghì, Galète

Photo Gallery