Funghi - Chiodino

fungo_chiodinoARMILLARIA MELLEA Chiodino - Commestibile - Discreto

Chiamato anche "famigliola buona", più diffuso ancora "chiodino", questo fungo è tipico dell'autunno.

Pur non essendo considerato ottimo, in quanto a volte un po' indigesto, il suo gusto varia a seconda delle essenze legnose su cui cresce.

Conosciuto ovunque, gode di ottima fama, anche perché in certe condizioni particolari è molto abbondante, e si presta, oltre che al consumo immediato, alla conservazio ne sott'olio.

Così chiamato per il colore "miele" del suo cappello, è un fungo saprofita, che si nutre cioè di materiale legnoso in decomposizione, come vecchie ceppaie marcescenti, ma spesso anche parassita, in quanto può attaccare piante ancora sane e nutrirsi delle loro sostanze organiche.

Il suo aspetto è inconfondibile, anche se il colore del cappello si presenta in una vasta gamma, dal giallo chiaro al bruno rosato, dipendente molto dal ceppo su cui nasce.

È un fungo che potremmo considerare popolare, poiché non tutti gli esperti sono concordi nell'elencarlo tra i migliori, ma trova molti estimatori. Lo possiamo trovare dalla pianura alle alte quote, sia nei boschi di latifoglie che di conifere.

In dialetto è conosciuto come Ciodì, Ciodèi

Photo Gallery