LO STAMBECCO DELLE ALPI

stambeccoLO STAMBECCO DELLE ALPI Capra ibex

Questo splendido ungulato, a differenza del camoscio che vive sulle alte vette solo nel periodo estivo e si ritira nelle più alte fasce boschive quando giunge l'inverno, vive per tutto l'anno ad altitudini molto elevate.

Non teme per nulla le intemperie dell'inverno, ben coperto da un fitto manto peloso e da un notevole strato di grasso; in questa stagione cerca riparo sulle pareti scoscese e ben esposte al sole, dove la neve viene spazzata dal vento e può scovare quella poca erba, ormai secca, che basta pér il suo pasto frugale.

È un animale robustissimo, un vero principe delle vette. I piccoli di questa specie nascono a giugno. Gli stambecchi vivono in branchi divisi per sesso: i maschi per conto loro e le femmine, con i piccoli e i giovani, in piccole comunità separate.

Si riuniranno solamente al sopraggiungere dell'inverno, durante il periodo degli amori, che cade, per loro, in dicembre e gennaio, i mesi più freddi.

Non è difficile osservarli, in quanto sono poco sospettosi. Nei maschi adulti le corna possono superare la lunghezza di un metro, mentre nelle femmine non superano i 20/30 centimetri.

Nel corso della stagione degli amori i maschi competono fra loro, sfidandosi in duelli spettacolari nei quali cozzano tra loro le gigantesche corna, senza recarsi danno; non è raro che inseguimenti e sfide si possano osservare anche in altre stagioni.

Photo Gallery