Erbe - Viola Mammola

erbe_violaVIOLA MAMMOLAViola odorata L. - Violacee

Alta da 10 a 15 centimetri la viola mammola ha foglie a rosetta, con lunghi piccioli, a forma di cuore quando sono adulte, mentre le giovani sono arrotondate e reniformi.

I suoi fiori, che sbocciano a marzo-aprile, sono di color viola. Solitari sul peduncolo radicale presentano cinque petali: due superiori eretti, due laterali e uno inferiore sinuato, con sperone.

La viola cresce nelle radure o al margine del bosco, nei prati, lungo i muri e i fossi fino a circa 1000 metri di altitudine. Della viola si utilizzano i fiori, le foglie, la radice e anche i semi.

Il tutto preferibilmente essiccato all'ombra in strati sottili, avendo cura di essiccare a parte i semi. La viola ha proprietà ematiche (radice), emollienti, purgative e sedative.

Contro la tosse si utilizza il suo decotto: si fanno bollire 10 grammi della sua radice in un litro di acqua per 10 minuti, quindi si filtra e se ne bevono due, tre tazze al giorno.

Le violette si utilizzano in cucina per preparare canditi: i fiori essiccati all'ombra vanno immersi nello zucchero fuso caramellato e posti nel forno per seccare, avendo cura di tenere al minimo la temperatura.

Suo nome dialettale è Viòla.

Photo Gallery