Erbe - Convolvolo

erbe_convolvoloCONVOLVOLOConvolvulus sepium L. - Convolvulacee

Alta da uno a cinque metri, perenne, ha fusto volubile, rampicante, destrorso, glabro e angoloso. Le sue foglie sono grandi, a forma di cuore, con orecchiette angolose, unite al fusto da lunghi piccioli.

I suoi fiori sono ascellari, solitari, hanno corolla grande, imbutiforme, bianca, con cinque segmenti saldati per tutta la lunghezza: attraggono una farfalla detta «Sfinge del convolvolo», autrice dell'impollinazione.

Il convolvolo è presente ovunque: nelle siepi, ai margini dei campi, in luoghi umidi fino ai 1300 metri. In Germania con il convolvolo si prepara un infuso ritenuto valido per la cura della leucorrea.

Della pianta vengono utilizzate la radice, le foglie fresche o essiccate all'ombra. Per preparare un infuso purgativo si pongono 10 grammi di foglie fresche in una tazza di acqua bollente.

Anche per la salute del fegato viene consigliato l'infuso di convolvolo: si lasciano cinque grammi di foglie in un litro di acqua bollente per dieci minuti.

Se ne bevono quindi tre tazze al giorno, di cui una a digiuno.

In bergamasca è conosciuto con i nomi di Campanèi e Campanèle.

Photo Gallery