Venezia capitale della pittura Nel Veneto

VILLA_MANINVenezia capitale della pittura Nel Veneto, intanto, si sviluppò una corrente neo-Palladiana.

A circa tre chilometri da Vicenza c'è la villa Val Marana: edificata alla fine del '600, presenta però numerosi successivi interventi di Francesco Muttoni (1736).

Da non perdere anche per gli splendidi affreschi di Giovanni Battista Tiepolo e del figlio Gian Domenico.

Si tratta di decorazioni immaginose, con soggetti scenografici molto complessi. Non a caso Venezia nel Settecento fu la capitale italiana della pittura.

Basti ricordare i grandi vedutisti Canaletto e Francesco Guardi: il primo obiettivamente e lucidamente volto a ritrarre quasi con indagine scientifica; il secondo più interessato a interpretare poeticamente i suoi soggetti.

Accanto a loro Pietro Longhi, il pittore che è sempre stato accostato a Carlo Goldoni per la sua capacità di ritrarre con ironia la società veneta.

A Passariano (Udine) la villa Manin fu costruita dopo il 1652, quando Ludovico Manin ottenne il patriziato veneto. Nei primi decenni del Settecento fu ampliata e le fu data la sistemazione attuale.

Photo Gallery