Progetti sempre più arditi

Progetti sempre più arditi Dal primo dopoguerra in poi, la progettazione architettonica muta radicalmente: e la funzionalità tecnica si mette al servizio di quella visiva. L'architettura moderna si sviluppa secondo alcuni principi fondamentali: la priorità della pianificazione urbanistica sulla progettazione architettonica; l'economia nell'impiego del suolo e nella costruzione, per risolvere il problema delle abitazioni; la razionalità delle forme architettoniche, con ricorso alla tecnologia industriale.

L'impulso a queste esigenze fu dato dalla necessità della ricostruzione, dal boom demografico, dallo sviluppo economico, dall'allargarsi delle aree urbane in seguito all'industrializzazione. Gli sviluppi dello strutturalismo architettonico del XX secolo si fondano sulle straordinarie possibilità di flessione e di tensione del cemento armato, e sui progressi della tecnica relativa.

Esempio di questa arditezza tecnica sono le aviorimesse progettate dall'architetto Pierluigi Nervi a Orvieto (Perugia) e a Orbetello (Grosseto). Così come la scuola professionale progettata a Busto Arsizio (Varese) da Enrico Castiglioni (1963-64) e il pensionato studentesco di Urbino (Pesaro) di Giancarlo De Carlo. Nel 1950, lo studio dell'architetto Gio Ponti progetta il convento del Carmelo a Sanremo.

SALE_DEL_VITTORIALELA CASA-MUSEO DI D'ANNUNZIO Rientra nell'ambito dello stile Liberty anche l'arredamento del cupo Vittoriale di Gardone Riviera (Brescia), mentre l'architettura è del tutto estranea al gusto imperante dell'epoca.

Residenza di Gabriele D'Annunzio dal 1921 alla sua morte, è un complesso monumentale che rispecchia fedelmente il temperamento del poeta.

Interessanti il teatro all'aperto, il mausoleo con la tomba del poeta-patriota, la nave Puglia (ricostruzione del castello di prora dell'incrociatore Puglia).

Oggi lo Schifa-mondo, la nuova casa che avrebbe dovuto essere la residenza di D'Annunzio ma non fu mai abitata, è diventato un museo in cui sono conservati ricordi e cimeli della vita del poeta (Vittoriale, via Vittoriale, Gardone Riviera, Tel: 0365 296501.

Aperto dal 1° al 30 settembre dalle 8.30 alle 20.00 l'esterno, dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 18.00 la casa.

Dal 1° ottobre al 31 marzo aperto dalle 9.00 alle 17.00 l'esterno, dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.00 la casa.

Photo Gallery