Bonsai Pinus

bonsai_pinusPINUSI generi educati a bonsai fanno per lo più parte della famiglia delle Pinaceae.

Si tratta di numerose essenze di origine indigene, o anche provenienti da altre zone.

Probabilmente la specie più comunemente utilizzata come bonsai è il
P. pentaphylla, che prende il nome dalla struttura caratteristica degli aghi, raccolti in gruppetti di cinque.

E questa una spie originaria del Giappone, con un tronco tortuoso, adatto ad essere lavorato in forme particolari.


Esposizione: all'esterno, in pieno sole, in modo che gli aghi prodotti siano di piccola dimensione. Resiste bene al gelo.

Annaffiatura: va effettuata con moderazione, lasciando asciugare (non seccare!) il terriccio. Attenzione soprattutto durante l'inverno a non eccedere.


Concimazione: di crescita lenta, preferisce fertilizzanti organici, che quindi vengono rilasciati in misura moderata nel tempo. Somministrare una volta al mese, in primavera ed autunno. È preferibile sospendere durante i due mesi più caldi.

Rinvaso: ogni quattro anni circa, in primavera o inizio autunno.

Potatura: vanno pizzicati gli apici dei nuovi germogli con regolarità , in modo da contenere la vegetazione. Ad inizio primavera tagliare la punta delle branche, sopra un ciuffo di aghi.

Photo Gallery