Bonsai Olivo

bonsai_olivoOLIVO Inserita nella famiglia delle Oleaceae, questa specie, Olea sativa, è oggi il prodotto della sapiente opera di miglioramento dell'uomo nei secoli.

Non è chiara la sua provenienza. Alcuni sostengono che sia originaria della Siria, e da qui sia poi stata introdotta in tutto il bacino del Mediterraneo; altri invece pensano che si tratti di una specie autoctona, derivata per miglioramento dall'olivo selvatico od oleastro (Olea oleaster), presente spontaneamente nella macchia mediterranea.

Ha foglie lucide, strette, coriacee, di color verde scuro, con la pagina inferiore di color grigio chiaro. la corteccia, grigio chiaro, si contorce e diventa nodosa nella vecchiaia.


bonsai_olivoEsposizione: ama condizioni di pieno sole. Bisogna prestare attenzione durante l'inverno perché l'olivo bonsai teme il forte gelo e quindi va riparato, pur mantenendo condizioni di massima luminosità.


Annaffiatura: abbondante durante la stagione vegetativa, in modo da permettere una continua crescita. Far asciugare il terreno fra due bagnature successive. Concimazione: ogni due settimane durante la stagione vegetativa.


Rinvaso: ogni due-tre anni ad inizio primavera, utilizzando terriccio con buon drenaggio.


Potatura: è importante decidere in partenza l'obiettivo: nel caso in cui si voglia curare la forma della chioma è necessario cimare i nuovi germogli con regolarità durante tutta la stagione vegetativa.

Se invece si vogliono ottenere frutti, non va fatta alcuna cimatura in vegetazione, riservandola al periodo successivo alla produzione dei frutti.

Photo Gallery