Bonsai FICUS

bonsai_ficusFICUS in diverse specie Sono numerosissime le specie presenti in questo genere, classificato nella famiglia delle Moraceae, e con caratteristiche che le possono rendere anche molto diverse le une dalle altre.

La maggior parte di queste specie proviene dalle foreste tropicali del Sud-est asiatico e sono state introdotte in Europa in tempi diversi. Caratteristica comune di gran parte di queste piante è la produzione di lattice bianco, colloso nel punto di distacco di qualche parte vegetativa.

Per l'ottenimento di bonsai risultano più adatte le specie a foglia piccola, quali Ficus retusa, a ramificazione eretta, o Ficus panda, dalla foglia arrotondata e spessa.

Esposizione: va posizionata in luoghi con luce molto intensa e con temperature mai inferiori ai 12°C. E' buona norma poi che le temperature siano il più costanti possibile e che non ci siano correnti d'aria nella stanza.

Annaffiatura: ha bisogno di buone quantità di acqua durante la stagione vegetativa, riducendo poi in modo deciso durante I' inverno, specialmente se la pianta è posizionata in zone poco luminose. Soprattutto in inverno, con il riscaldamento acceso e quindi umidità basse, va nebulizzata la chioma con una buona regolarità e il terreno non deve mai essere lasciato seccare.

Concimazione: abbastanza sostenuta nei periodi di vegetazione in cui la pianta viene annaffiata in modo consistente. Preferire la somministrazione di dosi più basse ogni settimana piuttosto che dosi più elevate ogni quindici giorni. Ridurre notevolmente in inverno, effettuando solo un'azione di mantenimento.

Rinvaso: ad anni alterni, quando la pianta comincia a riprendere decisamente il vigore vegetativo a seguito del cambio di stagione. Quando la pianta è matura (sui dieci anni) va fatto solo se necessario.

Potatura: mantenere i nuovi germogli a 2-3 foglie per tutta la stagione vegetativa, al fine di contenere lo sviluppo in lunghezza dei rami.

Photo Gallery